Rockol Awards 2021 - Vota!

“DeAndré#DeAndré, Storia di un impiegato”, il film che racconta (anche) il rapporto tra Cristiano e Fabrizio De André

Abbiamo visto in anteprima il documentario diretto da Roberta Lena che sarà nelle sale dal 25 al 27 ottobre
“DeAndré#DeAndré, Storia di un impiegato”, il film che racconta (anche) il rapporto tra Cristiano e Fabrizio De André

Dopo essere stato presentato, lo scorso mese di settembre, in anteprima, come evento speciale nella sezione Fuori Concorso della 78° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, “DeAndré#DeAndré, Storia di un impiegato”, il film documentario diretto da Roberta Lena, è stato ora proiettato in anteprima per la stampa, prima di raggiungere le sale cinematografiche italiane, distribuito da Nexo Digital (qui potete consultare l'elenco dei cinema in cui sarà programmato) la prossima settimana per soli tre giorni: il 25, 26, 27 ottobre.

Il film prende le mosse dal concerto spettacolo (i cui visual vennero curati anch'essi da Roberta Lena) che Cristiano De André ha presentato in tour basandosi sul concept album "Storia di un impiegato", pubblicato agli inizi dell'ottobre del 1973 da Fabrizio De André. Il disco venne scritto dal musicista genovese scomparso nel gennaio 1999 in collaborazione con Giuseppe Bentivoglio (per i testi) e Nicola Piovani (per la musica).

Nel film la proposizione di alcune canzoni di "Storia di un impiegato" interpretate in concerto da Cristiano De André sono intervallate al racconto dello stesso Cristiano di come il disco più apertamente politico di Fabrizio De André prese forma, in parte a Genova e in parte nella casa dello stesso De André a Portobello di Gallura in Sardegna. Il racconto è forgiato sui ricordi di un Cristiano ragazzino – quando il disco uscì non aveva ancora compiuto undici anni – e si mescola inevitabilmente con il suo vissuto di quel periodo e sul difficile rapporto da lui avuto con un padre che oltre ad essere un monumento della canzone aveva un carattere particolarmente complicato.

La narrazione di Cristiano, che ora ha raggiunto l'età che aveva il padre quando morì, pigia forte senza timore alcuno sull'acceleratore dell'emotività regalando un ritratto molto profondo della loro relazione senza lesinare aneddoti. Nella sua ricostruzione dei fatti Cristiano non fa sconti, soprattutto a se stesso, e rivela con l'angoscia del caso di cercare comunque di dimenticare parte di un passato che è stato per lui molto doloroso.

Dove invece il figlio abbraccia completamente la figura del padre e non può che ammirarne il genio e il talento è sul testamento musicale che questi ha lasciato e che sente in qualche modo di avere avuto in eredità. Da lì è nata la necessità, l'estate del 2018, di presentare in tour "Storia di un impiegato" che Cristiano De Andrè ritiene sia molto legato al tempo che stiamo vivendo e che quindi sia del tutto attuale. ""Storia di un impiegato" è il rifiuto del potere a priori, è un concentrato anarchico", dice nel trailer del film.

Come ebbe modo di dichiarare il 58enne musicista genovese all'annuncio del tour di "Storia di un impiegato": “Dopo che avevo arrangiato l'ultimo concerto del 1998, Fabrizio mi chiese di portare avanti il suo messaggio e la sua memoria. Mi è parsa una bella cosa proseguire il suo lavoro (...) Con questo tour voglio risvegliare le coscienze, mio padre diceva che noi cantanti portiamo un messaggio e in questo non posso che appoggiarlo”. E il cerchio, o uno dei cerchi, per Cristiano, va a chiudersi.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/2FV6Y1p24kLtz_9wYdO077COThg=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/deandre-poster-veb.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.