Rockol Awards 2021 - Vota!

Massimo Cotto: pagine scelte da "Rock is the answer" (6)

Anticipazioni dal nuovo libro in uscita in questi giorni: David Lee Roth, Eric Burdon
Massimo Cotto: pagine scelte da "Rock is the answer" (6)

È proprio vero che i rocker sono solo cattivi maestri, guide di perdizione e dolore? Con il suo nuovo libro, in uscita il 14 ottobre, Massimo Cotto compone un "breviario rock" in forma di prontuario filosofico: suggestioni e pillole di saggezza da oltre 150 musicisti di ogni generazione e per ogni gusto.
Per gentile concessione dell'editore Marsilio, anticipiamo qui un florilegio di contenuti selezionati dall'autore.

 

Ci sono due anime in me: una rock e una da cabarettista. Sono tridimensionale e me ne compiaccio. Dobbiamo combattere la specializzazione. Oggi, in America, siamo pieni di radio che trasmettono solo un genere. Dio le benedica, ma perché dobbiamo pensare che tutte le persone siano così limitate da amare un solo genere? Prendiamo ad esempio una coppia come tante, in America: lui bianco, capelli da rasta, lei giapponese. Lei è vegetariana e spirituale, lui adora le bistecche al sangue ed è un po’ più rozzo. Mi sapresti dire che musica ascoltano? No, impossibile. Perché devo pensare che non esista una radio che li accontenti entrambi? Perché non posso pensare che i miei dischi siano perfetti per loro? Io miro a questo: catturare persone che possano apprezzare il mio lato viscerale rock e quello più da intrattenitore di Broadway.
David Lee Roth


Il blues non ha colore.

Per molti ragazzi bianchi l’attaccamento al blues è persino superiore a quello che hanno i neri. Cambiano solo le immagini evocate e il contesto. Per i neri, blues è sinonimo di dolore, povertà, sofferenza, perdita. Per i bianchi è il punto di partenza per trovare se stessi e, per farlo, stemperano i toni esorcizzando il blues con il rock. Io ho scoperto il blues grazie a un amico marinaio, quando ancora vivevo a Newcastle-on-Tyne, una triste città portuale. Mi portava i dischi che aveva preso negli Stati Uniti. Io non capivo come mai avessero tutti una facciata rovinata. Ogni disco aveva una facciata rovinata. Solo una. Poi, ho capito. Servivano a proteggere gli articoli più fragili durante la navigazione. Una volta, raccontai questa cosa ad Alexis Korner e lui mi disse che aveva avuto lo stesso problema. Mi disse: “Vedi che il blues serve a qualcosa?”.
Eric Burdon, Animals


Questi testi sono tratti da "Rock is the answer" di Massimo Cotto (Marsilio Editore)

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/_WN7wNE13ix7B4KfJuVfsHGWElc=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/libro-cotto.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.