Il botta e risposta tra Fedez e Giuseppe Conte su comizi e concerti

Ci voleva l'intervento di Fedez per suscitare una risposta da parte delle istituzioni sul tema.
Il botta e risposta tra Fedez e Giuseppe Conte su comizi e concerti

Ci voleva l'intervento di Fedez per suscitare una risposta da parte delle istituzioni sul tema dei comizi che in questi ultimi giorni hanno visto alcuni esponenti della politica incontrare gli elettori con regole pre-pandemia, mentre il settore dei concerti è ancora condannato a norme considerate troppo restrittive da cantanti e promoter. Il rapper milanese, condividendo il malumore diffuso tra i colleghi, da Calcutta a Cosmo, è intervenuto sul tema andandoci giù pesantemente. Sulle sue storie Instagram ha detto (taggando l'account dell'ex premier Giuseppe Conte, il cui comizio a Cosenza, ieri, ha fatto insorgere il mondo della musica):

Mi continuo a domandare perché solo in Italia non si fa letteralmente nulla per introdurre norme e progettualità per far ripartire il mondo dello spettacolo con gli strumenti che oggi sono a disposizione e potrebbero garantire la sicurezza di tutti. E se da una parte il ministero dei beni culturali e il governo non fanno nulla, dall’altra veniamo deliziati da queste immagini festose che rappresentano un vero e proprio schiaffo in faccia per intere famiglie che per voi evidentemente sono inesistenti. C’è un intero settore in ginocchio da due anni, dimenticato da tutti. Fate cagare.

La risposta dell'ex premier è stata pacata. In un video pubblicato sulla sua pagina Facebook, l'attuale presidente del Movimento 5 Stelle ha replicato così a Fedez:

Mi rivolgo a te e agli artisti che come te stanno lamentando le attuali restrizioni per cultura e spettacolo, mentre gli incontri politici avvengono con piazze gremite di gente. Non va bene. Infatti sono 4-5 giorni che lo sto dicendo nei punti stampa. Dobbiamo ripartire tutti insieme, non con la capienza all’80% ma al 100%. Ripartire forte e tutti insieme.

Nessun intervento, per ora, da parte del Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini, mentre il sottosegretario alla Salute del governo Andrea Costa ha ribadito l’impegno dell’esecutivo nel dare una risposta al settore entro fine mese, precisando come le ipotesi di misure allo studio del governo prevederebbero un progressivo ampliamento delle capacità, che dal 75-80% potrebbe portare - nel giro di “settimane” - al ripristino della piena affluenza.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.