Le 'buone vibrazioni' nate dalle paure infantili di Brian Wilson

Con "Good Vibrations" i Beach Boys conquistarono la posizione numero uno della classifica
Le 'buone vibrazioni' nate dalle paure infantili di Brian Wilson

"Good Vibrations" è uno dei molti classici incisi dai Beach Boys. Una canzone che parla di una lei che fa esplodere delle buone sensazioni nella testa del protagonista. Oppure, visto che si era pur sempre nel 1966, quella lei era una qualche sostanza proibita che, se assunta, molto aiutava a percepire delle buone vibrazioni. Comunque sia, a ispirare Brian Wilson a scriverla fu un ricordo dell'infanzia. Un ricordo non proprio felice, legato alla paura.

In una intervista concessa al magazine Rolling Stone, Wilson spiegò come ebbe origine "Good Vibrations".

Raccontò che ci vollero sei mesi per ultimarla, la descrisse come una "sinfonia tascabile". E spiegò come la canzone fosse nata da esperienze che risalivano al tempo dell'infanzia. "Mia madre mi parlava di vibrazioni. Non ho davvero molto capito cosa ciò significasse quando ero ragazzo. Mi spaventava la parola 'vibrazioni'. Il pensare che esistessero sentimenti invisibili, vibrazioni invisibili, mi spaventavano a morte. Lei mi raccontava di cani che abbaiano ad alcune persone, ma non abbaiano ad altre, perché un cane raccoglie da queste persone vibrazioni che non puoi vedere, ma che possono sentire.”.

Tuttavia, crescendo, naturalmente la comprensione di Brian Wilson del termine "vibrazioni" è cambiata. Racconta ancora: "E così è successo che abbiamo parlato di buone vibrazioni. Siamo andati avanti e abbiamo sperimentato la canzone e l'idea."



Il timore di Brian Wilson era che "Good Vibrations" fosse troppo sofisticata per riscuotere successo. All'epoca segnò il record della canzone pop più costosa mai registrata con 50.000 dollari. Si sbagliò di grosso. Infatti, nel 1966 il brano raggiunse la posizione numero uno della classifica negli Stati Uniti e sarebbe anche stata l'ultima numero uno della band californiana fino a "Kokomo", uscita nel 1988.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.