Zucchero: «Non copio e non sono razzista»

Zucchero: «Non copio e non sono razzista»
Credits: Carlo Landucci
Sul "Corriere della Sera", pubblicata una "chat" tra Zucchero e i suoi fans. Ecco alcune domande - e risposte.
«Perché dici di ispirarti ai classici della musica nera e poi nella rivelatoria intervista a "Striscia la Notizia" hai usato un'espressione volgare in cui compare la parola "negro" che, usata in quel contesto suona assolutamente dispregiativa? Se sei razzista, come fai a ispirarti al blues che è la musica dei neri?

"Quella non era un'intevista ma una trappola mentre tornavo in albergo dopo aver alzato il gomito. Nel linguaggio corrente la parola "negro" dà forza al discorso. E' razzista chi ci vede malizia. Da sempre ho avuto coriste di colore, anzi negre, musicisti neri, anzi negri. D'altronde non credo che mandare a quel paese un intervistatore scortese abbia potuto nuocere alla mia immagine. Lo dimostrano le 900 mila copie vendute del mio album e la corsa ai biglietti: abbiamo dovuto aggiungere concerti in molte località. Ho sempre cercato di manifestarmi come sono. Con la gente ho un rapporto sincero, verace. Non c'è finzione, non ci sono surrogati".
Come spiega un riferimento alla canzone "Era lei" di Michele Pecora nel suo "Blu", oppure quello a Tom Waits in "Salvia e Rosmarino". Ha copiato?
"Mi creda, le canzoni molto orecchiabili sembrano sempre copiate. Se fosse vero e non si trattasse di leggende metropolitane mi avrebbero già fatto causa".
Lei ha sistematicamente copiato tutta la discografia di Joe Cocker, ha preso un pezzo da Santana e anche l'ultimo singolo non è un inedito. Ma nessuno dice niente?

"Domande monotone. Ho già risposto"».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.