Riecco Anna Oxa: "La Rai mi ha chiuso le porte, i media non vogliono sapere di me"

La cantante compie 60 anni, torna sulle scene e si toglie qualche sassolino dalla scarpa: "Oggi l’arte è diventata che sei un artista perché qualcuno lo decide".
Riecco Anna Oxa: "La Rai mi ha chiuso le porte, i media non vogliono sapere di me"

Aveva rotto il silenzio lo scorso dicembre, facendosi intervistare dalla tv albanese, dove è molto amata per via delle sue origini (da parte del padre). Ora Anna Oxa torna a parlare anche in Italia. E lo fa puntando il dito contro la Rai, rea di averle chiuso tutte le porte, comprese quelle del Festival di Sanremo, dove la voce di "Un'emozione da poco" manca da dieci anni (nel 2011 con "La mia anima d'uomo" non riuscì a conquistare la finale).

In un'intervista concessa a Candida Morvillo per il "Corriere della Sera" alla vigilia dei suoi 60 anni, che compirà il 28 aprile, Anna Oxa ha raccontato gli ultimi anni della sua carriera, che - ad eccezione della partecipazione come giudice ad "Amici" nel 2016 - l'hanno vista lontana dai riflettori. La cantante ha accusato la Rai di questa latitanza:

"Da quando nel 2013 mi sono fatta male a Ballando con le stelle, la Rai mi ha chiuso le porte, anche se io ho fatto causa solo nel 2019, perché comunque l’ufficio legale bloccava tutte le richieste dei programmi che mi volevano. Questa come la chiamate: non violenza? Ma io sono tranquilla, faccio la mia arte, la gente mi segue lo stesso".

L'infortunio al quale la Oxa allude è quello subito nel 2013 sulla pista di "Ballando con le stelle", il reality di Rai1 condotto da Milly Carlucci al quale la cantante accettò di partecipare: le costò il ritiro.

Due anni prima, in concomitanza con il ritorno a Sanremo a distanza di cinque anni dalla contestata "Processo a me stessa" ("Mi hanno chiesto di andare e ho detto: vengo, se posso portare quello che sono e ho portato una mistura di suoni, vibrazioni, drammaturgia, un mare di umanità, una dimensione che non era più quella della canzone. Però, siccome tanti non si esprimono mai, se c’è uno che si esprime, tutti gli danno addosso"), l'artista aveva pubblicato l'album "Proxima", che resta ad oggi l'ultimo della sua carriera:.

"Oggi, l’arte è diventata che sei un artista perché qualcuno lo decide, perché ti fa fare dischi o programmi tv, ti fa fare business purché si arrivi a qualche forma di potere, ma è come dire a Picasso di dipingere dieci sedie perché si vendono".

La cantante punta il dito anche contro i media, accusando giornali e riviste di averla sempre attaccata:

"I media non vogliono sapere di Anna Oxa, vogliono creare la loro storia di Anna Oxa. Ma quella non è la mia storia, è l’immagine che voi mi attribuite. La mia forma di vita non è quella, è quella di Primo Cuore (Canto Nativo), il mio ultimo brano, che è oltre qualsiasi tipo di forma-canzone conosciuta, composto in un momento di grande pienezza e che è veramente uno sguardo all’umanità. Un giorno, ho detto in tv: mi sono divorziata e ancora mi parlate dai miei mariti, non sapete staccarvi dalle cose inutili".

Nel 2020 Anna Oxa ha pubblicato per la sua casa discografica Oxarte il singolo "Primo cuore (canto nativo)". Nessuna notizia, per ora, di un nuovo album di inediti.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.