Manuel Agnelli: "Chi andrà in tour farà una specie di suicidio commerciale"

Il leader degli Afterhours, a margine della manifestazione dei Bauli in Piazza, dice la sua a La Stampa: "Siamo sempre stati considerati degli intrattenitori, dei giullari. Per la prima volta siamo uniti e consapevoli, ma è solo un primo passo"
Manuel Agnelli: "Chi andrà in tour farà una specie di suicidio commerciale"

Ieri si è svolta a Roma la manifestazione dei Bauli In Piazza: 1000 operatori del settore dello spettacolo - cantanti, cantautori, musicisti, attori, uffici stampa, fonici, tecnici. E come sempre dall’inizio della pandemia, Manuel Agnelli è tra i più attivi nel sottolineare le necessità e gli obbiettivi delle manifestazioni. Il leader degli Afterhours offre ancora una volta uno sguardo che va oltre il suo ruolo di artista, ma tiene conto di tutte le maestranze e prova a definire delle strategie a lungo termine per il riconoscimento e la riforma strutturale del comparto del live.

In un’intervista concessa a Roberto Pavanello de La Stampa a margine della manifestazione, Agnelli ha spiegato che quello che si sta facendo non è abbastanza, manifestando la sua intenzione di non fare concerti su scala ridotta nel 2021, come faranno invece dei suoi colleghi, che hanno già sperimentato il modello la scorsa estate

Spiega AgnelIi:

 siamo sempre stati considerati degli intrattenitori, dei giullari. Per la prima volta siamo stati uniti e consapevoli, facendo vedere che siamo in tantissimi, che siamo dei professionisti e che come tali meritiamo di essere trattati. Lo spettacolo è una cosa seria.

E poi ancora

È solo un primo passo, anche se importante, perché iniziano a prenderci seriamente, ma non possiamo dirci soddisfatti. Capisco che si debba andare con prudenza e a piccoli passi, ma i teatri potevano operare in sicurezza meglio dei supermercati già prima. Nel mondo dei live musicali invece si opera con grande anticipo: non è che se il 26 si riapre, il 30 ci sono dei concerti. I calendari vengono fatti mesi prima, c’è la promozione, l’organizzazione… E più i nomi sono grossi, più tempo ci vuole. Le restrizioni complicano ancora di più la logistica e se limiti la capienza, vai incontro a un disastro economico. Non voglio fare passere il messaggio che adesso va tutto bene ed è tutto risolto.

Quanto alla sua decisione di non andare in tour nel 2021, definisce la scelta di chi lo farà "una specie di suicidio commerciale", perché le produzioni costano, per avere qualità.

Qualche collega già la scorsa estate lo ha fatto, ma non è questa la soluzione. Anche chi andrà in tour nei prossimi mesi farà una specie di suicidio commerciale. I live hanno costi di produzioni e di realizzazione che sono alti e lavorare in perdita non è una strategia ragionevole. I soldi di un biglietto non sono un latrocinio, ma servono per offrire un prodotto con una certa qualità. Nessuno di noi sceglie di non suonare, sono rinunce. Io già so che fino all’estate del 2022 non suonerò dal vivo

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.