Malika Ayane: "È l'antimusica cercare di inseguire l'attualità"

La cantante torna con un nuovo album (dopo la breve parentesi a "X Factor"). E dice: "Usciamo dall'idea che debba esserci per forza il primo posto in classifica per attestare il successo o meno di un lavoro". Canta anche Colapesce e Dimartino.
Malika Ayane: "È l'antimusica cercare di inseguire l'attualità"
Credits: Julian Hargreaves

L'etichetta di sofisticata non le piace: "Quando noi non ci saremo più, i dischi rimarranno. Penso sia buona cosa fare dischi di cui poi non ci si pentirà. Se suonano troppo sofisticati, pazienza", dice Malika Ayane. E subito dopo aggiunge, sicura: "È l'antimusica cercare di inseguire un'attualità che oggi è questa e domani sarà un'altra. Bisogna essere quanto più autentici possibile". Quello che vuole fare la 37enne cantante italo-marocchina con il nuovo album "Malifesto" (esce domani, venerdì 26 marzo), dopo cinque album in studio e più di dieci anni di carriera alle spalle, è un pop d'autore, leggero ma non troppo (a proposito, Colapesce e Dimartino sono tra gli autori del disco: firmano "Telefonami", potenziale prossimo singolo dopo la sanremese "Ti piaci così"): "Volevo un album che potesse essere ascoltato sia all'interno di un appartamento che in macchina.

Questo è il primo disco che realizzo completamente in Italia dopo le esperienze berlinesi dei due precedenti. Anche la produzione di Antonio Filippelli e Daniel Bestonzo, è tutta made in Italy. Abbiamo provato a guardare all'estero manentenendo però le radici italiane", racconta lei.

Nei riferimenti sonori Malika Ayane e soci hanno guardato alla scena franco-belga: Sébastien Tellier, Charlotte Gainsbourg e dintorni.

"Suoni caldi ma non per questo totalmente analogici. Dopo aver fatto un lavoro di ricerca sui riferimenti ci siamo messi a suonare, partendo dal piano. Ma lo strumento principale negli arrangiamenti è il basso Hofner, suonato con il plettro: rappresenta quella voglia di dancefloor, da riproporre anche nel salotto di casa facendo aperitivo". Tra gli autori del disco ci sono, oltre a collaboratori fissi come Pacifico (al suo fianco dagli esordi, qui co-firma "Peccato originale", "Ti piaci così", "Telefonami", "Per chi ha paura del buio", "Brilla", "Formidabile", "Senza arrossire") e Alessandra Flora (ha composto "Ti piaci così", "Senza arrossire", quest'ultima insieme a Congorock, vero nome Rocco Rampino, dj già al fianco di Fedez, Myss Keta e Baby K), ci sono anche Leo Pari (tra i protagonisti della scena romana degli Anni Duemiladieci: c'era il suo zampino dietro a "Superbattitto", l'album d'esordio di Gazzelle), il belga Luuk Paul Cox e i britannici Sidh e Shridhar Solanki : "Stavo diventando troppo scientifica nella ricerca dei suoni e dell'approccio dei miei album. 'Domino', ad esempio, era un lavoro di equilibri. Sembrava chimica più che musica - spiega Malika, che tra quel disco e "Malifesto" ha pure provato ad avvicinarsi alla tv, sedendo dietro al bancone dei giudici di "X Factor" nel 2019 - ora ho riscoperto l'essenzialità. Mi sono ricordata di quando da ragazza, agli esordi, per conquistare gli spettatori e gli ascoltatori li portavo a scoprire la mia voce. Ho perso qualche paranoia di troppo". .

Dimartino, che già nel 2015 lavorò con Malika Ayane per "Naif", qui co-firma tre brani. Tra questi anche "Telefonami", appunto, scritta con Colapesce: "Mi avevano mandato un brano. Lo adoravo: era così perfetto che non l'avrei nemmeno ritoccato. Ma era incantabile, per me. 'Telefonami' mi piaceva per scrittura e contenuto. Una cosa pop, ma non troppo. Con Pacifico abbiamo riscritto parte del testo. Mi piace questo loro modo leggero di guardare la scrittura, la canzone".

In chiusura Malika torna sul tema del successo e delle tendenze: "C'è un mondo di artisti musicali che ha un mercato, per quanto non mi piaccia questa parola, che magari ha piccoli numeri ma in tutto il mondo per gli appassionati di un preciso genere: penso al metal, alla techno. Penso che questa diversificazione sia molto interessante, se usciamo fuori dall'idea che debba esserci per forza il pezzo primo in classifica per attestare il successo o meno di un lavoro musicale".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.