Addio a U-Roy, leggendario dj giamaicano

Aveva 78 anni: fatali le complicanze dopo un delicato intervento chirurgico.
Addio a U-Roy, leggendario dj giamaicano

È morto all'età di 78 anni U-Roy, leggendario disc jockey giamaicano noto ai più per essere stato tra i fondatori del DJ Style, uno stile di reggae precursore della musica rap. Il musicista - vero nome Ewart Beckford - si è spento ieri all'University Hospital of the West Indies di Kingston in seguito ad un intervento chirurgico. A darne notizia al quotidiano giamaicano "The Gleaner" è stata la compagna Marcia Smikle.

Classe 1942, U-Roy iniziò a fare il dj all'inizio degli Anni '60 lavorando nei sound system di Coxsone Dodd (produttore giamaicano che fondò la leggendaria etichetta discografica Studio One), King Tubby e Duke Reid. Esordì ufficialmente nel 1970 con l'album "Version Galore", primo di una lunga discografia il cui ultimo capitolo è "Talking roots" del 2018.

Partecipò nel 2004 alle registrazioni dell'album "True love" di Toos and the Maytals, che vinse il Grammy Award come Best Reggae Album nel 2004: insieme a lui tra gli ospiti anche Willie Nelson, Eric Clapton, Keith Richards dei Rolling Stones, Ben Harper, Manu Chao e Ryan Adams. Il governo giamaicano gli assegnò onorificenze per il suo contributo alla musica nazionale. Negli ultimi anni U-Roy aveva dovuto fare i conti con diversi problemi di salute.

La compagna ha fatto sapere al giornale giamaicano: "Aveva il diabete e l'ipertensione. Ma aveva anche un problema ai reni ed era in cura per questo. Ci hanno consigliato di portarlo University Hospital of the West Indies per un intervento chirurgico perché il rene aveva creato problemi alla vescica e sanguinava. Gli hanno detto di fare la dialisi per i reni, ma lui si è rifiutato".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.