Quando un famoso collega disse di Springsteen: "Non merita tutta questa attenzione"

1975: Stephen Stills mostra decisamente poca lucidità. Intanto Little Steven dice che il tour della E Street band in lavorazione per il 2022 potrebbe durare due anni
Quando un famoso collega disse di Springsteen: "Non merita tutta questa attenzione"

1975: è appena uscito "Born to run", la stampa lo sta lodando, qualche tempo prima Jon Landau ha scritto "Ho visto il futuro del rock 'n' roll e il suo nome è Bruce Springsteen". Il critico musicale diventerà il co-produttore del capolavoro e manager del Boss. Ma se pensate che sia stato tutto rose e fiori, vi sbagliate.

Un articolo recentemente riesumato mostra che lo scetticismo (l'invidia?) dei colleghi nei confronti di Springsteen - e anche la scarsa lucidità. Il 18 novembre 1975 Rolling Stone intervista Stephen Stills, al tempo una delle maggiori rockstar mondiali - i CSN&Y hanno tenuto un tour mondiale negli stadi solo l'anno prima. E il musicista si lascia andare a giudizi non proprio lusinghieri.

Questa storia di Bruce Springsteen mi fa impazzire. Non vorrei essere lui per tutto l'oro al mondo.
È bravo, ma non è così diverso da altri cantanti in giro. Credo debba crescere ancora molto.
È molto lontano dall'essere bravo quanto si dice di lui con tutto questo hype

Queste parole, lette con il senno di poi, fanno sorridere. L'articolo è stato rispolverato in occasione della morte di Phil Spector, chiaro riferimento del Boss per il suono di "Born to run". Si racconta anche dell'incontro tra i due, con Springsteen che si mise ad osservare in silenzio il metodo di lavoro del maestro, che gli disse: "Se lavorassi con te, i tuoi dischi venderebbero 5 volte di più", per poi paragonare l'incontro a quello tra Babe Ruth - il più grande giocatore di baseball di tutti i tempi - con la giovane promessa Hank Aaron.

In questi giorni l'attenzione sul Boss è concentrata sulle sue vicende legali, relative al suo arresto per guida in stato di ubriachezza. Ma intanto è tornato a parlare Little Steven, che ha appena pubblicato l'album dal vivo “Macca to Mecca”. Il chitarrista, a proposito dei suoi piani, ha confermato a Cleveland.com che un tour della E Street Band è in lavorazione per il 2022

Ne stiamo parlando, di Bruce che torna in tour. 
Potrebve essere nel 2022: staremo in giro per due anni, probabilmente.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.