Quella volta che tirarono un hot dog a Elton John

Il musicista inglese era in concerto a Parigi a inizio carriera e...
Quella volta che tirarono un hot dog a Elton John

Elton John ha ricordato, in un articolo pubblicato sulle colonne del quotidiano britannico The Guardian, il momento in cui un membro del pubblico arrabbiato gli lanciò un hot dog sul palco. Il musicista inglese ha preso spunto da questo incidente per spiegare perché è importante aiutare gli artisti più giovani a farsi strada nel mondo della musica. Appoggiando il suo sostegno agli artisti britannici emergenti che troveranno difficoltà ad entrare in Europa dopo il Coronavirus a causa delle "ridicole" normative della Brexit.

Questo il racconto di Sir Elton John: "Nel 1966 sono andato ad Amburgo. Ero il tastierista dei Bluesology e avevamo un contratto al Top Ten Club, dove i Beatles si erano fatti le ossa. Fu un vero battesimo del fuoco. Suonavamo sulla Reeperbahn, cinque ore a notte tra bordelli e sexy show, davanti a un pubblico che non era venuto per vedere noi. Ma è stato comunque fantastico: abbiamo suonato tanto, non avevamo altra scelta per migliorare come band."

Ha poi riflettuto sul fatto che, "fu meglio del mio debutto da solista nel continente qualche anno più tardi, quando qualcuno mi ingaggiò come live di supporto a Sergio Mendes a Parigi. Una persona del pubblico era così irritata per avere interrotto la sua serata di bossa nova con le note di "Your Song" che mi lanciò il suo hot dog. Ho continuato a girare per l'Europa e gradualmente mi sono creato un pubblico incredibilmente affezionato."

La 73enne popstar ha ricordato inoltre che trascorse il suo tempo libero ad Amburgo curiosando tra i negozi di dischi locali. "Cinquant'anni dopo, passo ancora ore tutte le settimane spulciando le nuove uscite, acquistando nuovi album e ascoltando canzoni sui servizi di streaming. Quale artista di successo, una delle mie ragioni d'essere è promuovere gli artisti più giovani e stare al loro fianco. Io sono in una posizione incredibilmente privilegiata, e mi sembra giusto usarla per aiutare le persone ai loro inizi. Non è un atto di carità: la cosa che preferisco nella musica è l'energia e l'entusiasmo puro che trasmette un nuovo artista quando lo vedi dal vivo. È estremamente stimolante, ed è un qualcosa che normalmente si ottiene solo da un giovane artista".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.