Mott the Hoople, addio a Mick Bolton

Il tastierista sarebbe scomparso lo scorso primo gennaio: a darne notizia l'ex collega Morgan Fisher
Mott the Hoople, addio a Mick Bolton

Mick Bolton, tastierista dei Mott the Hoople e Dexys Midnight Runners e apprezzato turnista - nonché omonimo del primo chitarrista e cofondatore degli UFO e, considerando il suo nome di battesimo, Michael, del noto cantante americano - è morto all’età di 73 anni per cause al momento non rivelate: a darne notizia, con un post sul proprio account Facebook ufficiale, è stato Morgan Fisher, musicista che collaborò con i Mott the Hoople tra il 1973 e il 1974.

“Riposa in pace, mio ‘compagno di organo’”, ha scritto Fisher nel suo post: “E’ stato una delle persone più gradevoli che abbia mai incontrato, oltre che un grande musicista. Scusate se non posso darvi maggiori informazioni. Tutto quello che so, al momento, è che sia morto improvvisamente nel sonno, il primo gennaio. I nostri pensieri vanno a sua moglie Carol, a suo figlio, ai suoi amici e ai suoi parenti”.

Nato a Wigan, Gran Bretagna, nel 1948, Bolton debuttò da professionista nel ‘69 nelle fila dei White Myth, dove militò fino al 1971 aprendo i concerti di - tra gli altri - Queen, Free, Humble Pie e Atomic Rooster. Dopo brevi periodi passati in Blind Eye e Clockwork Orange, nel ‘73 l’artista entrò nei Mott the Hoople come musicista aggiunto. Dopo un decennio sabbatico passato lontano dall’industria musicale Bolton tornò in pista nel 1984 come elemento dei Dexys Midnight Runners, oltre che come insegnante di musica per la prima moglie di Paul McCartney, Linda Eastman, scomparsa nel 1998. Tra le sue collaborazioni più recenti figurano quelle con LaToya Jackson e Loudon Wainwright III.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.