Come nascono le canzoni di Nick Cave?

Tutte le fasi del processo creativo, meticolosissimo, raccontate dall'artista.
Come nascono le canzoni di Nick Cave?

Le canzoni nascono da sole, vengono fuori già con le parole? Non nel caso di Nick Cave. Il cantautore australiano, frontman dei Bad Seeds, ha raccontato in una recente intervista concessa a "Interview Magazine" il processo creativo che porta alla nascita dei suoi testi. Lo ha fatto ricostruendo tassello dopo tassello tutte le fasi del processo stesso. Che appare meticolosissimo.

Questo il racconto di Nick Cave:

"Il mio processo di scrittura di testi è il seguente. Per mesi appunto idee su un taccuino con una penna a sfera media Bic di colore nero. Ad un certo punto, le canzoni iniziano a rivelarsi, a prendere una sorta di forma, avviene quando trascrivo i testi sul mio laptop. A questo punto inizia un lungo processo di lavorazione sulle singole parole: aggiungo versi, li tolgo e perfeziono il tono, fino a quando non completo la canzone".

Non finisce qui, però. Aggiunge infatti il cantautore:

"Poi prendo una delle pagine ritagliate dai vecchi libri di seconda mano e scrivo i testi con la mia macchina da scrivere. Quindi li aggiungo nel mio taccuino personalizzato, li numero e ci scrivo su la data".

Solo a questo punto la canzone può dirsi "ufficialmente" completata.

Nick Cave, il cui ultimo album, "Ghosteen", è uscito lo scorso anno, ha recentemente fatto sapere di aver scritto 12 litanie come libretto per una nuova opera da camera del compositore belga Nicholas Lens, con il quale aveva già collaborato nel 2014 per "Shell Shock". Il disco dell'opera, registrato dagli undici musicisti dell'ensemble diretto da Lens, è uscito lo scorso 4 dicembre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.