The Kid LAROI, la nuova stella del rap: “Juice Wrld ha fatto abbracciare amore e dolore”

Il talento australiano, con oltre 100 milioni di stream in un solo anno negli Stati Uniti, ha appena pubblicato il brano “So Done”.
The Kid LAROI, la nuova stella del rap: “Juice Wrld ha fatto abbracciare amore e dolore”
Credits: Steve Cannon

Dentro le sue canzoni c’è la sfrontatezza della sua giovane età, ma anche le difficoltà di una vita in cui dolore e amore sembrano camminare mano nella mano. The Kid LAROI è un giovane talento australiano, classe 2003, che ha collezionato oltre 100 milioni di stream in un solo anno negli Stati Uniti. A luglio è uscito il suo mixtape d’esordio “F*ck Love” e ora ha appena pubblicato il brano “So Done” che anticipa un nuovo progetto discografico. 

“Ho iniziato a fare rap e a scrivere le prime canzoni per sfogo – racconta l’artista in linea da Los Angeles – mia madre ascoltava sempre tanta musica in casa, mi ricordo questa colonna sonora costante per tutte le stanze. Credo mi abbia aiutato molto a capire che quello era, sin da subito, il mio mondo”. Ha sempre voluto intraprendere questa strada, cominciando a scrivere i primi versi da bambino e riempiendo interi quaderni di rime. LAROI, all’anagrafe Charlton Kenneth Jeffrey Howard, è nato a Sydney, la madre è di discendenza aborigena, il papà francese, ma è cresciuto con la madre e lo zio. Nel 2015 lo zio viene assassinato e lui e sua madre sono costretti a trasferirsi in una casa popolare vivendo sulla soglia della povertà: in questo contesto matura la sua arte.

“La mia passione mi ha salvato per certi aspetti, mi ha permesso di stare in piedi, di resistere”, continua il giovane rapper. La sua naturale predisposizione a mescolare trap e melodia, utilizzando talvolta l’auto-tune in modo originale, ha attirato l’attenzione dell’industria musicale e lo ha reso una delle più interessanti nuove voci del rap. LAROI ha avuto un rapporto speciale con Juice Wrld, rapper di Chicago scomparso l’anno scorso, di cui si dice allievo e "fratello minore": a quattordici anni ha impressionato Lil Bibby o Peter Jideonwo, il manager di Juice. È proprio quest'ultimo a permettere l'incontro tra i due. Insieme hanno firmato pezzi come “Hate the Other Side”, contenuto nell’album postumo “Legends Never Die”, e “Go”, brano simbolo in questo primo progetto del giovanissimo rapper. “È stato un innovatore perché è riuscito a mettere i sentimenti che provava in musica con una sincerità e un’emozione che non si vedeva da tempo – ricorda LAROI – mi ha insegnato tanto. È stata una grande perdita per la musica. La sua capacità di raccontare e mischiare l’amore con il dolore è stata speciale, è la stessa magia che voglio mettere anche io nelle canzoni. Il mio primo lavoro “F*ck Love” credo che sia una fotografia di tutto questo. Ma adesso mi sto evolvendo ancora, sto sperimentando”.

LAROI è cresciuto ascoltando le icone hip-hop e R&B americane come Tupac, Erykah Badu, The Fugees, Lil Wayne e Kanye West. “Quest’ultimo e Drake sono i feat dei miei sogni”, sorride il giovane. E la nuova scena? “Ho avuto il piacere di collaborare con Lil Mosey e YoungBoy Never Broke Again, credo che siano fra i nomi più interessanti della nuova wave – conclude - Machine Gun Kelly, con cui sono stato in studio, è qualche cosa di diverso, è anche un ottimo musicista, infatti adesso ha preso una direzione più rock. Rapper italiani? So che la situazione è calda, ma sono sincero: non ne conosco”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.