Beatles, i dischi di Natale per il fan club: 1963. Ascolta

Inviati solo agli iscritti, sono oggi oggetti per collezionisti
Beatles, i dischi di Natale per il fan club: 1963. Ascolta

Paul McCartney ricorda:


“Cominciò quando il nostro ufficio stampa, Tony Barrow, ci fece vedere una di quelle cartoline di auguri di Natale contenenti un piccolo disco di plastica. Ci disse: ‘Non sarebbe una grande idea? Potremmo spedirne una a tutti i fans con voi che cantate gli auguri’. All’epoca già potevamo usare gli studi della EMI ogni volta che volevamo per tutto il tempo che volevamo…”.

E infatti, per i primi tre Natali i Beatles si presero il tempo che volevano quando volevano, per la registrazione del Christmas Record.
Sempre a Tony Barrow toccò buttare giù la traccia scritta del messaggio che i quattro Beatles avrebbero letto.
“Il bello fu che loro usarono quella traccia per ampliarla con qualsiasi cosa gli venisse in mente, e quindi per renderla molto più divertente della versione originaria”. 
In particolare, il contributo di John Lennon fu quasi sempre il più creativo.

Ecco una delle sue frasi nel primo “Christmas Record”:.
“I’d love to reply personally to everyone but i just haven’t enough pens. In the meantime, ‘garry grimble to you, garry mimble to you, getty bable dear Christmas, happy birthday, me too!’”.


Il primo Christmas Record fu realizzato su un flexi disc da sette pollici inciso su una sola facciata.
Ancora Barrow:
“A darmi l’idea fu ‘Selezione dal Reader’s Digest’, che spediva dei flexi disc in cui presentava degli estratti musicali dai loro cofanetti di dischi, facendoli presentare da una voce registrata. Fu il modello al quale ci rifacemmo”.


La sera di martedì 17 ottobre del 1963 i Beatles registrarono il primo dei loro sette Christmas Records: esclusivamente parlato e cantato, con l’ausilio di qualche strumentino del magazzino di Abbey Road (campanellini da slitta, essenzialmente).
Tony Barrow: “Il mio obiettivo fondamentale era che ognuno di loro registrasse un messaggio personale; tutto quello che avremmo ottenuto in più sarebbe stato un extra graditissimo.

I ragazzi si divertirono molto, e contribuirono molto più del previsto al risultato finale. Poi, per ottenere i cinque minuti di registrazione finale che potevano essere contenuti in una facciata di flexi disc, tagliammo quello che non ci stava, tagliammo fisicamente il nastro magnetico, dico – e quante volte ho rimpianto il fatto che il nastro tagliato registrato sia stato buttato via!”.
Furono George Martin e Norman Smith ad occuparsi dell’editing e del mixaggio, la sera stessa del 17 ottobre. Poi vennero stampate, ai primi di novembre, 30.000 copie che furono spedite il 9 dicembre ad altrettanti fan inglesi. Il flexi disc girava a 33 giri al minuto, come tutti gli altri flexi natalizi dei Beatles ad eccezione di quello del 1964, che invece girava a 45 giri al minuto. Aveva una specie di copertina gialla, con le teste scontornate di John, Paul, George e Ringo ai quattro angoli, il logo del Fan Club in basso al centro, le parole

Sincere Good Wishes
for
Christmas and the New Year
From

e le firme dei quattro. Sul retro c’erano una foto dei Beatles con le due segretarie del Fan Club, Bettina Rose e “Anne Collingham” (di lei riparleremo), e una foto dei Beatles con la Regina Madre scattata in occasione della Royal Variety Performance del 4 novembre 1963. All’interno della copertina era stampato il testo del numero 4 della National Newsletter del Fan Club.


L’etichetta era Lyntone Recordings (non una casa discografica, ma l’azienda licenziataria della tecnologia di stampa dei flexi disc), il numero di catalogo LYN 492. Nel febbraio del 1964 ne vennero stampate e spedite altre 35.000 copie, stavolta senza copertina.

Franco Zanetti

 

Il testo di questo articolo è tratto, per gentile concessione dell'editore e dell'autore, da "Il Natale dei Beatles", di Renzo Stefanel e Franco Zanetti, pubblicato da Giunti nel 2016.


https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/EVQEHnGuZsjb8cfw_NwOeHHJypA=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/natale-dei-beatles.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.