AC/DC, Angus Young racconta gli ultimi mesi di suo fratello Malcolm

La malattia lo stava consumando, ma la musica continuò ad essere la sua migliore amica: "Andavo da lui e gli facevo ascoltare i Rolling Stones", rivela Angus.
AC/DC, Angus Young racconta gli ultimi mesi di suo fratello Malcolm

Come già ampiamente annunciato, "Power up", il nuovo - attesissimo - album di inediti degli AC/DC (il primo in sei anni), sarà dedicato alla memoria di Malcolm Young. Il chitarrista, che nel '73 fondò la band insieme a suo fratello Angus, a Larry Van Kriedt, a Colin John Burgees e a Dave Evans, è stato negli anni una delle colonne portanti della storia degli AC/DC, che lasciò solo nel 2014 quando le sue condizioni di salute - dopo aver sconfitto un cancro ai polmoni, gli erano stati diagnosticati problemi cardiaci e una forma di demenza - non gli permisero più di accompagnare gli altri membri del gruppo sul palco e in studio di registrazione. Morì poco dopo, nel 2017, a soli 64 anni. A raccontare gli ultimi mesi della vita del musicista, trascorsi in una casa di cura a Sydney, è suo fratello Angus, svelando che la musica ha continuato ad essere la migliore amica di Malcolm fino alla fine.

In un'intervista concessa al New Musical Express il chitarrista, ad oggi l'unico elemento della formazione originale degli AC/DC a suonare ancora nella band, ha raccontato che era solito far ascoltare nuova musica a suo fratello ogni volta che lo andava a trovare. "Blue & Lonesome" dei Rolling Stones, uscito nel 2016, fu uno degli ultimi dischi che gli suonò:

"Andavo da lui, strimpellavo un po' la chitarra e lo facevo contento. Uno degli ultimi dischi che gli feci ascoltare fu quello dei Rolling Stones del 2016, pieno di tracce blues. Disse che era grandioso".

Angus ha fatto sapere di sentire ancora la presenza di suo fratello Malcolm, a distanza di tre anni dalla sua scomparsa:

"La sua morte è stata un duro colpo per tutti noi. Ma io sento che lui è ancora con me quando suono. Può sembrare ridicolo, ma riesco ancora a sentire che comunica con me mentre suono la chitarra".

E Brian Johnson ha aggiunto:

"Diceva: 'C'è troppa musica dolce in giro. Fatemi fare rock'n'roll!'. Ci ha lasciati, ma è ancora qui con noi. In studio e in tutte le cose che ha fatto".

Malcolm Young, come anticipato da Angus in una delle interviste concesse in queste settimane legate alla promozione di "Power up", che arriverà sugli scaffali dei negozi il prossimo 13 novembre (ma è già uscito il primo singolo, "Shot in the dark"), è accreditato come autore di tutti i dodici brani inclusi nell'album: "Io e Malcolm, negli anni, abbiamo sempre preso appunti per i brani. Alcuni potevano essere un poco grezzi qua e là e li ho lucidati. In altri casi, Malcolm può averne fatto un pezzo e io il verso successivo. La maggior parte del contributo di Mal è principalmente musicale".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.