Il passo indietro di Morgan: 'Io sindaco per Sgarbi? Niente di concreto'

L'ex giudice di "X Factor" ridimensiona tutta la vicenda, dopo le varie uscite pubbliche degli ultimi giorni.
Il passo indietro di Morgan: 'Io sindaco per Sgarbi? Niente di concreto'

Solo una settimana fa, rispondendo a Sgarbi, che aveva rivelato di essere intenzionato a candidare l'ex leader dei Bluvertigo come prossimo primo cittadino di Milano, Morgan diceva: "Se è vero che ho accettato la proposta di Sgarbi di candidarmi con la lista 'Rinascimento' a sindaco di Milano? L'ho accettata, mi piacciono le sfide e amo la mia città". E sui suoi canali social ufficiali, poco dopo, confermava la sua decisione con un lungo e appassionato post sul suo rapporto con la città meneghina. Ora, a distanza di sette giorni, il cantautore fa un bel passo indietro. Ospite dell'ultima puntata di "Zapping", su Radio1, il 47enne ex giudice di "X Factor" ha ridimensionato tutta la vicenda. "È una cosa da prendere alla leggera", ha detto:

"Sgarbi ha lanciato questa provocazione e io gli ho risposto con un messaggio di stima nei suoi confronti, perché mi piace il progetto politico che da anni porta avanti. C'è una sintonia per quanto riguarda la questione della cultura. Sgarbi ha fatto questa uscita e io ho risposto: 'Perché no?'. Ma da qui a essere effettivamente un candidato... Anzitutto, non ho nessun appoggio da parte di una forza politica che possa sorreggere una candidatura. È semplicemente un'occasione per esprimere delle opinioni su una città che mi piace molto e che amo. Ringrazio Sgarbi, ma per adesso niente di concreto".

Sempre sui social negli scorsi giorni Morgan aveva pure chiamato in causa l'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dando adito alle voci che vorrebbero il presidente di Forza Italia pronto a presentarsi come candidato a primo cittadino nel capoluogo lombardo: "Se Berlusconi scende in campo come candidato sindaco per Milano propongo di trasformare la campagna elettorale in talent show canoro classico, con tanto di assegnazioni e televoto. Bisogna però fare la squadra di giudici. Vincerà il miglior interprete, sceglierà veramente il pubblico, c'è il rischio che si entri in democrazia...".

Dall'archivio di Rockol - Amici 2017, parla il coach della squadra bianca
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.