Area Sanremo: a proposito della commissione

Considerazioni sparse sulla scelta dei giurati
Area Sanremo: a proposito della commissione

Sono stati annunciati ieri i nomi dei componenti della Commissione di Area Sanremo.
Un amico mi scrive, provocatoriamente e ironicamente, in proposito:

Immagino il tuo entusiasmo per la commissione... 

Gli ho risposto che si sbaglia; in realtà trovo che, nel complesso, sia una commissione accettabile - fatta salva la mia convinzione, che ho già espresso e motivato qua, che sia sbagliato chiamare degli artisti a valutare altri artisti. Se proprio degli artisti ci devono essere, per ragioni di visibilità della manifestazione, allora perché non Arisa e Mahmood, che comunque hanno una qualche connessione con Area Sanremo, da dove sono partiti?
Però provo a spiegare perché, tutto sommato, mi pare che "politicamente" la composizione sia equilibrata (anche se l'età media dei componenti non è proprio giovanissima...). 
Intanto ci sono due donne, e in questi tempi di quote rosa era necessario ci fossero.
Rossana Casale, interprete e insegnante di canto, copre il versante "belle voci e gente che canta tecnicamente bene".
Erica Mou, cantautrice, dovrà (penso) valutare principalmente la qualità dei testi.
Gianmaurizio Foderaro è un professionista di lungo corso: oltre ad essere conduttore radiofonico di esperienza, ad essere stato responsabile di Radio 1 musica per quattro anni e ad essere attualmente (se non mi sbaglio) incaricato di curare il canale tematico RAI Radio Tutta Italiana, la sua presenza è un segnale interessante, perché coinvolge la RAI in una selezione che (come ho già detto) spesso la RAI ha sostanzialmente snobbato, se non osteggiato e a volte sabotato.
Immagino che il Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, Livio Emanueli, si sia anche posto il problema di come valutare la pletora di rapper e di trapper che senza dubbio tenterà l'accesso al Festival via Area Sanremo; e suppongo che sul tema abbia chiesto consiglio proprio a Foderaro, che avrà probabilmente segnalato una sua conoscenza, Massimo Rosa (G-Max) dei Flaminio Maphia.
Per quanto riguarda il presidente della Commissione, Vittorio De Scalzi, già New Trolls, oltre ad essere stato molto presente su vari fronti negli ultimi anni, è anche ben radicato a Sanremo, e fornisce quel nome "storico" (magari poco moderno, ecco) che serve a dare peso all'intera compagine dei giurati. 
Ripeto: io avrei compiuto una scelta radicalmente differente, ma comprendo le ragioni che stanno dietro alla scelta di questi nomi. 
Poi, come sempre, i risultati ci diranno se avranno lavorato bene (e se saranno stati fortunati, perché con il regolamento attuale bisogna scegliere fra quello che ti arriva da valutare, e la media qualitativa dei cosiddetti emergenti è, di questi tempi, piuttosto bassa). Auguro buon lavoro alla Commissione - con la speranza che Emanueli riesca ad ottenere che tutte le votazioni, fin dalle prime fasi, vengano rese pubbliche giurato per giurato e concorrente per concorrente. In nome della trasparenza totale che da sempre auspico per ogni tipo di concorso.

Franco Zanetti

Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.