Addio a Martin Birch, produttore degli Iron Maiden e dei Black Sabbath

Da Killers" a "Fear of the dark", aiutò Steve Harris e compagni a trovare la loro identità sonora.

Addio a Martin Birch, produttore degli Iron Maiden e dei Black Sabbath

Si è spento all'età di 71 anni Martin Birch, produttore discografico e tecnico del suono britannico noto ai più per aver messo mano ai dischi di - tra gli altri - Deep Purple, Black Sabbath, Iron Maiden, Whitesnake e Fleetwood Mac. In particolar modo, la collaborazione con la band storicamente rappresentata da Ozzy Osbourne - che però in quel momento non faceva parte della formazione: c'era Ronnie James Dio - e quella con la band di "The trooper" ha permesso a Birch di diventare uno dei produttori e dei fonici di riferimento della scena hard rock e heavy metal internazionale.

Prima di lavorare con i Black Sabbath e gli Iron Maiden, però, Birch aveva affiancato in studio di registrazione come tecnico del suono i Fleetwood Mac (c'era il suo tocco in "Then play on", "Kiln house", "Bare trees", "Penguin" e "Mystery to me"), i Deep Purple ("Concerto for group and orchestra", "Deep purple in rock", "Fireball", "Machine head"; "Made in Japan", fino a "Last concert in Japan") e Jeff Beck ("Beck-Ola").

Nel 1980 produsse "Heaven and hell" dei Black Sabbath e la collaborazione si rinnovò anche per il successivo "Mob rules" del 1981. Sempre nel 1981 cominciò a collaborare con gli Iron Maiden: da "Killers" a "Fear of the dark", Martin Birch aiutò Steve Harris e compagni a trovare la loro identità sonora. Si era ritirato nel 1992.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
24 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.