X Factor sì, X Factor no: Davide Shorty ed Elio raccontano il talent

In "Canti ancora?" l'ex-concorrente e l'ex-giudice ironizzano sul "percorso": gli abbiamo chiesto 5 motivi per partecipare a X Factor, e 5 motivi per evitarlo
X Factor sì, X Factor no: Davide Shorty ed Elio raccontano il talent
Credits: Alberto Romano

Nel 2015 Davide Shorty è terzo classificato ad X Factor, seguito da Elio. 5 anni dopo il rapper e cantante siciliano torna sul luogo del delitto con il nuovo singolo "Canti ancora?", assieme al suo ex-giudice e tutor. ""La gente mi ferma spesso per farmi questa domanda, e non nascondo che a volte mi ha irritato parecchio. Mi é stato chiesto così tanto spesso che alla fine l'unico modo per ribaltare la situazione era scriverci su e prenderla sul ridere". 

Di strada, Davide Shorty ne ha fatta: due album per la Macro Beats, collaborazioni con Daniele Silvestri e Roy Paci tra gli altri. "A X Factor si è creato un ottimo rapporto con Davide, come con tutta la mia squadra", spiega Elio, che si è prestato al gioco, e nella canzone consiglia a Shorty di fare come Sfera Ebbasta. "Si fida di me, ha grandi doti e vuole spaccare il mondo, esattamente quello che serve in questo lavoro. In più ci vogliamo bene.”

Ma insomma: X Factor serve oppure no? Il dibattito è aperto da anni: mentre sta per ripartire la nuova edizione del talent (in questi giorni si stanno girando le selezioni a Roma), abbiamo chiesto a uno che ci è passato di spiegarci le ragioni per partecipare, e quelle per evitare.

X Factor no

  • Dopo il programma si rischia di essere associati ad esso per tutta la vita e così diventa molto difficile non essere vittima di pregiudizi perdendo così il senso della propria identità. 
  •  Il contraccolpo psicologico legato alla fama, il mondo spietato della discografia e all’essere messo in continuo paragone sono elementi veramente rischiosi per la salute mentale, specialmente non avendo alcun supporto da parte di un terapeuta.
  • Normalmente nei talent c’é poca libertà artistica e nel mio caso sono stato molto fortunato grazie ad Elio che è uno spirito libero, ma di solito i giudici vogliono avere fin troppo controllo sulle assegnazioni e sulla direzione artistica dei concorrenti, e nel caso in cui il concorrente sia un artista già formato, può essere distruttivo.

  • Poco spazio per la musica originale, il programma é quasi tutto incentrato sulle cover e sul personaggio.
  • - Non si può giudicare un musicista in un esibizione concentrata in 2 minuti, credo sia fortemente irrispettoso per l’arte.
Caricamento video in corso Link

X Factor sì
 É senza dubbio un’esperienza professionale di qualità altissima, avere la possibilità di lavorare con tecnici, coach e producer su un palco del genere é una grande opportunità di crescita artistica, professionale e personale.

  • 

Certamente l’esposizione mediatica é massiccia, e se hai qualcosa da dire é un modo per amplificarla.


  •  Essere criticato da grandi professionisti può essere controproducente in relazione alla personalità di un artista, ma se preso nella giusta misura é un'importante spunto di analisi per poter portare al massimo il proprio potenziale. Dopo ogni puntata sei forzato a riguardarti e ad analizzare le tue performance nel dettaglio, e questo per me ha fatto la differenza.


  • Tempo per studiare e per scrivere. Nel loft sei circondato da strumenti e da altre persone che fanno musica. Quel tempo va impiegato creativamente, ed essere circondato da altri artisti può essere di grande stimolo
  • 

Testare la propria psiche e imparare a controllare l'ego davanti al pubblico e alla popolarità.
     
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.