Metal USA, alle origini del mito: in arrivo il documentario 'Murder in the Front Row'

In un lungometraggio la nascita della scena trash metal nella Bay Area, con interviste a Metallica, Anthrax, Slayer, Megadeth e altri

Metal USA, alle origini del mito: in arrivo il documentario 'Murder in the Front Row'

Si intitola "Murder in the Front Row: The San Francisco Bay Area Thrash Metal Story" il documentario diretto dal regista Adam Dubin - in passato già al lavoro con i Beastie Boys per i video di "(You Gotta) Fight for Your Right (To Party!)" e "No Sleep till Brooklyn" - che promette di ripercorrere nei dettagli la nascita e il fiorire della scena trash metal di San Francisco a partire dai primi anni Ottanta in poi: il lavoro - che sarà reso disponibile a partire dal prossimo 24 aprile in DVD e in formato digitale - include interviste esclusive e riprese in azione di gruppi capistipiti della scena come Metallica (nella foto, la band di James Hetfield), Anthrax, Slayer, Megadeth, Exodus e altri.

Caricamento video in corso Link

"E' un momento molto particolare per l'uscita di 'Murder in Front Row', perché - in questi giorni - la musica dal vivo è stata fermata per motivi di sicurezza", ha spiegato Dubin: "Il thrash metal di Metallica, Megadeth, Testament, Exodus e altri è un'esperienza da vivere live. Le riprese di 'Murder in Front Row' attestano l'energia dei loro live show, attraverso i quali tutte le band intervenute hanno costruito il loro seguito. Quindi fino a quando non potremo tornare a goderci la musica insieme, sarà divertente rivivere la storia con questo documentario".

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.