Quando (e come) Sammy Hagar si infilò al concerto dei Rolling Stones

Il rocker californiano ricorda il primo concerto rock a cui partecipò.
Quando (e come) Sammy Hagar si infilò al concerto dei Rolling Stones

Il 73enne rocker Sammy Hagar, al microfono di Uncle Joe Benson sulle frequenze di Ultimate Classic Rock Nights, ha ricordato la sua prima esperienza a un concerto rock, quando si infilò al primo live americano dei Rolling Stones nel lontano 1964.

Lo show ebbe luogo allo Swing Auditorium a San Bernardino, in California, il 5 giugno, in occasione di un evento promosso dalla stazione radio KMEN. Quello fu il primo concerto della band inglese negli Stati Uniti, all'interno del '1964 First U.S. Tour'.

Racconta Hagar:

“Non avevamo soldi, non avevo mai sentito parlare di un concerto rock. Un mio amico, aveva una macchina e disse, 'Andiamo!' Eravamo lì in piedi vicino alla porta sul retro. All'improvviso arriva uno scuolabus - un piccolo vecchio stravagante scuolabus – ed escono i Rolling Stones e il (DJ) George Babcock. (...) Siamo entrati con loro, proprio dietro di loro. Direttamente con gli Stones, direttamente nel backstage! E quello è stato il primo vero concerto che ho visto.”

Come riporta Ultimate Classic Rock, altri report di quella sera dicono che, invece, fu il DJ di KMEN, Brian Lord, ad accompagnare la band di Jagger e Richards, quello che è sicuro è che quel concerto ha fatto da apripista per la conquista degli Stati Uniti da parte dei Rolling Stones.

In un'altra parte dell'intervista Hagar ha raccontato anche l'esperienza dell'acquisto del suo primo disco:

"Ho comprato, penso, l'album di Elvis Presley con "A Big Hunk o' Love" e "All Shook Up" e un'altra canzone. Ho comprato quel maledetto EP, stavo consegnando i giornali, mi sono fermato e l'ho comprato, e non avevo un giradischi. Duh!”

Sammy Hagar è noto per aver sostituito dietro il microfono il cantante dei Van Halen David Lee Roth nel 1985 quando questi lasciò la band di Eddie Van Halen, e ora è membro dei Chickenfoot, supergruppo formato, oltre che da lui, anche dal virtuoso della chitarra Joe Satriani, dal batterista dei Red Hot Chili Peppers Chad Smith e dal bassista Michael Anthony, anche lui un ex Van Halen.

La setlist del primo concerto americano dei Rolling Stones a San Bernardino:

Not Fade Away (Cover dei Crickets)

I'm Talking About You (Cover di Chuck Berry)

I Wanna Be Your Man (Cover dei Beatles)

Hi-Heel Sneakers (Cover di Tommy Tucker)

Route 66 (Cover di Bobby Troup)

Walking the Dog (Cover di Rufus Thomas)

Tell Me

Beautiful Delilah (Cover di Chuck Berry)

Can I Get a Witness (Cover di Marvin Gaye)

I Just Want to Make Love to You (Cover di Willie Dixon)

I'm All Right (Cover di Bo Diddley)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.