Bruce Springsteen, tutte le canzoni di “Born in the U.S.A.”: “Darlington County” e “Working on the highway”

L’ormai classico album di Bruce Springsteen è uscito nel 1984 e noi, dal 26 maggio fino al 4 giugno, anniversario della pubblicazione, ve lo presentiamo canzone per canzone.
Bruce Springsteen, tutte le canzoni di “Born in the U.S.A.”: “Darlington County” e “Working on the highway”

“Darlington County” sembra un brano di “The River” rinforzato, con la parte di batteria che allude sia a “Honky Tonk Women” sia a “Tumbling Dice” dei Rolling Stones, e Weinberg e Garry Tallent più bloccati che mai. A giudicare dai suoi taccuini, Springsteen aveva scritto una versione di questo viaggio on the road finito male fin dal 1977, anche se non è chiaro se allora l’avesse registrata.

Registrato nel maggio 1982, fu un altro live-in-studio, registrato con pochi overdub. La vera Darlington County nel South Carolina ospita la gara NASCAR; Springsteen menziona “Darlington” anche in “The Promise”.

Caricamento video in corso Link

È difficile pensare a una dimostrazione migliore della doppia natura di Springsteen di quanto suggerisca l’evoluzione di “Working on the highway”, che inizia come il pezzo scartato da “Nebraska” “Child Bride”. I testi dei due brani sono pressoché identici, con il loro racconto di un lavoratore edile che si innamora di una minorenne e viene portato via dalla macchina della. In ogni caso, solo un paio di mesi più tardi, Springsteen trascinò la E Street Band in un ritmo rockabilly guidato dal battito delle mani, e risistemò la storia in chiave farsesca, aggiungendo la chiamata e la risposta del coro e un nuovo distico conclusivo sull’ingresso in una gang da strada.

Caricamento video in corso Link

Domani scriveremo di “Downbound train” e “I’m on fire”

Abbiamo già pubblicato:

Leggi qui la scheda di “Born in the U.S.A.”

Leggi qui la scheda di “Cover me”

I testi sono tratti dal libro di Brian Hiatt “Bruce Springsteen – Le storie dietro le canzoni”, pubblicato da Il Castello, per gentile concessione dell’editore; al libro rimandiamo per la versione integrale dei testi di presentazione delle canzoni di “Born in the U.S.A.” e di tutti gli altri album di Bruce Springsteen.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/c3MRSvYpnDVT1tgBJFiRfo578yk=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/springsteen.2020-03-10-11-55-58.jpg

 

 

Dall'archivio di Rockol - Bruce Springsteen racconta Asbury Park
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.