Dario Argento: 'Per 'Profondo rosso' volevo i Pink Floyd'

Il maestro del brivido spiega: 'Sapevo che erano miei fan, andai a Londra per incontrarli. Ma...'
Dario Argento: 'Per 'Profondo rosso' volevo i Pink Floyd'

Ospite dei microfoni di Federica Elmi e Barbara Venditti per la trasmissione di Radio Rai 2 Le Lunatiche, il grande regista italiano Dario Argento ha raccontato in retroscena sulla lavorazione di due delle sue pellicole più celebri, "Profondo rosso" (del 1975) e "4 mosche di velluto grigio" (del 1971). Nello specifico, il cineasta ha spiegato come per le colonne sonore sue due opere - poi affidate rispettivamente a Giorgio Gaslini e ai Goblin ed Ennio Morricone - avesse cercato di ottenere il contributo del gruppo di Roger Waters e David Gilmour, i Pink Floyd, oltre che dei Genesis e dei Deep Purple:

"In 'Quattro mosche di velluto grigio' avrei voluto le musiche dei Deep Purple e in 'Profondo rosso' quelle dei Pink Floyd. Sono andato anche a Londra per incontrare i Pink Floyd, loro erano miei fan e conoscevano i miei film, ma loro in quel momento, seppur gentilissimi, stavano facendo 'The Wall' [uscito, però, nel '79, dopo 'Wish You Were Here' del '75 ed 'Animals' del '77] e stavano preparando anche il film, quindi per questa ragione mi dissero che non potevano. Allora mi rivolsi ai Genesis, che invece sarebbero stati in tournèe per due anni. Volevo un gruppo di musicisti inglesi di quegli anni"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.