Michele Merlo: da 'X Factor' alla major, passando per il 'no' a Sanremo

L'intervista al cantautore, che pubblica il primo album in italiano: c'è anche la canzone che aveva presentato alle selezioni per il Festival.

Michele Merlo: da 'X Factor' alla major, passando per il 'no' a Sanremo

"Alla fine ce l'abbiamo fatta a fare un album in lingua. Tutte le precedenti esperienze sono servite a qualcosa, sono contento di aver fatto quelle pazzie per arrivare a questo disco": così Michele Merlo presenta "Cuori stupidi", che oltre ad essere il suo primo album tutto in italiano - e il primo pubblicato con il suo vero nome - è anche il primo frutto del contratto firmato con una multinazionale, Universal, dopo la parentesi indie con Maciste Dischi.

Per l'etichetta che ha lanciato - tra gli altri - Gazzelle, i Canova e Fulminacci, il cantautore veneto aveva pubblicato nel 2017 l'album "Cinemaboy", intitolato come il nome d'arte che aveva scelto per scrollarsi di dosso quel "Mike Bird" con il quale si era fatto conoscere qualche mese prima ad "Amici". Nella scuola di Maria De Filippi era entrato dopo aver provato - senza successo - a partecipare a "X Factor": "Ho firmato per Universal un anno fa. Mi sono messo subito a lavorare. A testa bassa. Ero intenzionato a fare le cose sul serio. Ora gioco nel campionato dei grandi, con qualche responsabilità in più", dice.

Nonostante il passaggio di etichetta, al suo fianco ha comunque voluto Federico Nardelli, produttore del giro della stessa Maciste con il quale aveva già collaborato nel 2017 per il progetto "Cinemaboy": "Quello che ci lega è un rapporto quasi fraterno. Lo conosco da quando non era ancora uno dei punti di riferimento di questa nuova scena cantautorale", spiega. I brani di "Cuori stupidi", anticipato dai singoli "Non mi manchi più", "Mare", "Tutto per me", "Aquiloni" e "Tivù", sono tutti frutto della collaborazione con Nardelli e Giordano Colombo, batterista e ingegnere del suono che nel suo curriculum non ha solo collaborazioni con star dell'ItPop - così come qualcuno ha ribattezzato la nuova scena cantautorale italiana - ma anche con big come Ligabue, Biagio Antonacci, Battiato e Loredana Berté: "È un disco molto italiano e pop", dice Michele Merlo delle nove canzoni di "Cuori stupidi", "abbiamo voluto fare una cosa abbastanza classica: non c'è nulla di fuorviante".

Tra i brani contenuti nel disco c'è anche "Vorrei proteggerti dal mondo", che Michele Merlo aveva presentato alle selezioni per i "giovani" del Festival di Sanremo 2020: "L'ho scritto con Tony Maiello [vincitore delle "Nuove proposte" nel 2010 e poi autore per - tra gli altri - Pausini, Lorenzo Fragola, Renga e Giorgia], lo chiamo quando sono in difficoltà e mi aiuta a trovare soluzioni. Ci credo, ma non ne ho fatto un dramma. Ora mi godo questo disco".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.