Nirvana, 29 anni fa usciva “Nevermind”. Tutte le canzoni una per una: “In Bloom”

Il 24 settembre del 1991 usciva il secondo album, “Nevermind”, della band di Kurt Cobain. Fino al 24 settembre prossimo presentiamo, una al giorno, tutte le canzoni del disco.
Nirvana, 29 anni fa usciva “Nevermind”. Tutte le canzoni una per una: “In Bloom”

Poteva essere il primo singolo estratto da “Nevermind”, e anche Grohl l’aveva identificato come un potenziale successo. Le cose sono andate diversamente, tuttavia “In Bloom” è diventata comunque una delle canzoni più popolari dell’album, anche se è uscita su singolo dopo “Teen Spirit”, “Come As You Are” e “Lithium”. Secondo Novoselic la canzone in origine era vicina allo stile dei Bad Brains ma l’arrangiamento finale si attiene alla formula dell’alternanza strofa pacata-ritornello aggressivo, uno dei marchi di fabbrica dei Nirvana.

Intitolata inizialmente “Knows Not What It Means”, la canzone viene portata in studio durante la prima seduta di registrazione con Vig agli Smart, quando Channing è ancora nel gruppo. Questa prima versione viene completata con un taglio strategico del nastro fatto al volo da Vig per eliminare un inciso giudicato insoddisfacente dal gruppo, e serve per realizzare un video inserito nella videocassetta Sub Pop Video Network Program 1, l’unica pubblicazione ufficiale prima di esser recuperata nell’edizione Deluxe di “Nevermind”. Per ammissione dello stesso Grohl, al momento di registrare nuove versioni di pezzi già suonati da Channing, le parti di batteria rimangono più o meno invariate. Con il suo tocco più pesante e la sua maggiore precisione nel tenere il tempo, Grohl dà più potenza al suono dei Nirvana ma riconoscerà sempre che Channing ha buone idee nel costruire le sue parti. Nella versione di “Nevermind” Grohl canta anche l’armonia vocale sul ritornello, un compito piuttosto difficile perché deve raggiungere note troppo alte per la sua estensione vocale. Sono necessari diversi tentativi per portarla a termine. Vig: “La voce gli si spezzava e cominciavamo a ridere come pazzi”.

In merito al testo, Cobain lo spiega come un attacco a quel tipo di persone che hanno un atteggiamento machista e abusano di altri; tuttavia la frecciata più evidente sembra essere quella rivolta ai fan casuali, che cantano in coro i ritornelli senza sapere di cosa parlino. Ironicamente, “In Bloom” è uno dei pezzi dei Nirvana che meglio si prestano a scatenare i cori del pubblico. Secondo il biografo Charles Cross, Cobain non si riferisce a un generico fan ma sta parlando del suo amico Dylan Carlson, musicista a sua volta negli Earth, col quale condivide l’uso di eroina. Non risulta che Cobain abbia mai confermato questa ipotesi, e comunque il testo è tutt’altro che lineare; i versi delle strofe non hanno un significato apparente, e in ogni caso non sembrano aver nulla a che fare con i tipi macho e i ritornelli cantati in coro.

La canzone viene registrata senza grandi problemi: il suono del riff iniziale è ottenuto usando il chorus Small Clone, Novoselic sovraincide per tre volte la sua parte di basso e la parte vocale è la prima delle tre takes registrate. Nella versione finale, dopo l’assolo di chitarra, viene ripetuta quattro volte la parola “memoria”, e nel sovraincidere la sua voce Cobain canta “I don’t have a gun” al momento sbagliato: è un errore facile da eliminare ma viene deciso di mantenerlo.

Domani scriveremo di “Come As You Are”.

Leggi qui la seconda parte di “Smells Like Teen Spirit”

Leggi qui la prima parte di “Smells Like Teen Spirit”

I testi sono tratti dal libro di Paolo Giovanazzi “Teen Spirit”, pubblicato da Giunti, per gentile concessione dell’autore e dell’editore; al libro rimandiamo per la versione integrale dei testi di presentazione delle canzoni di “Nevermind” e di tutti gli altri album dei Nirvana.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/CYuJX7T3psMCwL_eB1p8cQDFCGE=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/nirvana.jpg

Dall'archivio di Rockol - La pietra angolare del grunge: "Nevermind" dei Nirvana
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.