Daniel Johnston, esce un album live postumo

Una prima anticipazione di “Chicago 2017”, la versione di “Worried Shoes” eseguita dal vivo dal Vic Theatre, può già essere ascoltata.

Daniel Johnston, esce un album live postumo

Uscirà il prossimo 31 gennaio un album live postumo del cantautore e pittore statunitense Daniel Johnston, venuto a mancare, all’età di 58 anni, lo scorso mese di settembre. Il disco, intitolato “Chicago 2017”, raccoglie le registrazioni di due diversi momenti, l’ultimo concerto tenuto da Johnston a Chicago tre anni fa e una sessione dello stesso periodo al Loft studio, sempre nella cosiddetta “Windy City”, degli Wilco, insieme al frontman della band Jeff Tweedy e al figlio Spencer. L’album, composto tra tredici tracce, che testimonia i due eventi, sarà messo in commercio solo in versione vinile e in edizione limitata. Una prima anticipazione, il brano “Worried Shoes” nella versione eseguita dal vivo dal Vic Theatre, è già stata resa disponibile all’ascolto. Eccola qui:

Caricamento video in corso Link

Tra i tanti artisti, anche del calibro, ad esempio, del compianto leader dei Nirvana Kurt Cobain, che hanno profondamente ammirato la musica di Daniel Johnston, c’erano anche gli Wilco, band che il manager di lunga data di Johnston Tom Gimbel ha definito “incredibili ambasciatori della musica di Daniel per anni”. Racconta sempre Tom Gimbel, secondo quanto riportato dal magazine con base a Chicago Consequence of Sound:

Molti fan hanno scoperto il lavoro di Daniel attraverso le cover e le interviste di artisti notevoli come Jeff e gli Wilco e noi gliene siamo certamente grati. Penso che questo album racchiuda la scaletta perfetta di Daniel Johnston e lo fa grazie all’esperta sintonia musicale di Jeff e della band e attraverso gli arrangiamenti. Sono molto felice che questo spettacolo tratto dall’ultimo tour di Daniel sia stato registrato con una tale cura. È qualcosa di cui i fan potranno godere per sempre.

Quanto poi al frontman degli Wilco, Tweedy si è così espresso in merito all’eroe della scena lo-fi degli anni Novanta e dell’incontro con la band di “Yankee Hotel Foxtrot”:

C’è e c’era un solo Daniel Johnston e avere l’opportunità di lavorare con lui e contribuire a presentare la sua musica è stato un grande onore per me e per la band, siamo tutti molto grati di ciò.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.