Aaron Carter parla dei suoi problemi con schizofrenia depressione e ansia

Il fratello di Nick dei Backstreet Boys non nasconde di avere problemi di salute mentale.

Aaron Carter parla dei suoi problemi con schizofrenia depressione e ansia

La 31enne popstar statunitense Aaron Carter – fratello del componente dei Backstreet Boys, Nick – che aveva denunciato tempo fa di soffrire di disturbi alimentari ora ha parlato della sua lunga e problematica storia con la salute mentale: disturbo della personalità, schizofrenia, depressione maniacale e ansia acuta.

Ne ha parlato al programma The Doctors su US TV, svelando che attualmente assume sei diversi farmaci per stabilizzare il suo stato di salute:

“Mi sono stati prescritti Xanax, Seroquel, gabapentin, idrossizina, trazodone, omeprazolo. Questa è la mia realtà... Non ho nulla da nascondere”.

Carter ha parlato anche della madre Jane che ha problemi con l’alcool:

“Si sveglia alle cinque del mattino e beve, beve un'intera bottiglia di vodka... Sono l'unico che va laggiù a far visita a mia madre. La vedo nel posto più pazzo, tossico e malsano del mondo.”

Nella giornata di ieri Carter ha pubblicato sul proprio canale Twitter un toccante messaggio. Ha scritto:

“Non sono perfetto. Ma sto facendo del mio meglio per crescere e imparare da tutti i miei errori, proprio come ogni altra persona in questo mondo, per chiunque abbia ferito, mi dispiace, sto imparando e sto crescendo, dico ai miei amici che mi conoscono, vi amo con tutto il mio cuore. Sono una brava persona. Ho lavorato tutta la mia vita e ho avuto alti e bassi e mi sono rotto il culo più volte, quindi sono orgoglioso di dove sono oggi e sto facendo del mio meglio per essere il patriarca della mia famiglia. Non è facile essere il più giovane ma amo la mia famiglia.”

Recentemente Aaron Carter ha pubblicato la canzone "Pyro".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.