Cesare Cremonini: 'Ecco perché i Lunapop si sono sciolti'

Il cantautore bolognese, intervistato da Walter Veltroni su '7', si racconta senza tralasciare la fine del gruppo di '50 Special': 'Avevamo delle regole difficili da rispettare, per l'età che avevamo...'

Cesare Cremonini: 'Ecco perché i Lunapop si sono sciolti'

Cesare Cremonini è stato intervistato da Walter Veltroni per il numero il magazine 7 del Corriere della Sera disponibile in edicola fino al prossimo giovedì, primo agosto. Nel corso del colloquio, del quale di seguito riportiamo alcuni stralci particolarmente significativi, il cantautore bolognese ha spaziato a tutto campo parlando tanto della sue origini come artista, della sua carriera e della situazione (non solo musicale) attuale.

Riguardo ai suoi primi passi come artista, Cremonini ha dichiarato:

"Nasco, per influenza dei genitori, dalla musica classica quindi ho avuto un approccio alla musica che prevedeva metodo, studio, pratica sullo strumento. L’arrivo alla musica cantata, alla scrittura delle canzoni è stato forse il giusto contrasto per ribellarmi ad una traiettoria prestabilita. La mia prima lezione di pianoforte la ricordo come una rivoluzione, ma anche come l’inizio di un percorso di studi. Ho imparato ad avvicinarmi alla musica non con presunzione, ma con la coscienza di doverla imparare. La musica è una cosa seria. Quando tu incontri un universo così profondo, così largo, così difficile da attraversare totalmente, devi sentirti sempre in viaggio, sempre alla ricerca. Ancora oggi la sensazione che ho, quando scrivo canzoni, è di non essere ancora veramente capace di farlo. Forse il fatto che io dopo vent’anni sia ancora qua e che ancora abbia l’entusiasmo, la voglia, lo stimolo e la paura di non riuscirci, è dovuto al fatto che il primo approccio con la musica per me sono stati Beethoven, Mozart, Chopin"

La voce di "Possibili scenari" ha anche commentato le cause che, nel 2002, portarono allo scioglimento dei Lunapop, la band con la quale conquistò la fama nazionale:

I Lunapop si sciolsero perché le regole che tenevano in piedi un progetto musicale composto da ragazzi così giovani erano regole strane, utili ma molto difficili. La prima era: i genitori fuori dalle scatole. La seconda: possibilmente anche le fidanzate. Regole impossibili da rispettare, per ragazzi tra i diciassette e i diciotto anni, tutti di famiglie borghesi. Figli della Bologna che coltivava il valore della famiglia, quindi del condividere la vita dei figli. I Lunapop diedero vita ad un progetto che ebbe un successo straordinario. Ancora oggi l’ultimo grande successo della musica italiana, dal punto di vista discografico. Nel momento in cui si ruppero questi equilibri, queste regole divennero impraticabili, non era più pensabile poter continuare"

Riguardo la situazione sociale attuale, Cremonini ha commentato:

"Stiamo vivendo in una specie di hatercrazia, una parola che non so se esista sul vocabolario, ma calza con ciò che sta capitando. Una società che si sente allegramente legittimata ad alzare quotidianamente una forza divenuta tascabile, a portata di tutti, al fine di indignarsi comodamente seduta su un divano o molto peggio azzannare il prossimo senza alcun freno. Io credo che non vi sia nessuna strada, nessun futuro per il nostro Paese, se non quella dell’incontro e dello scambio con ogni diversità di pensiero, di religione, di costume e di colore"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
21 giu
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.