Roberto Vecchioni, Giulio Regeni: la polemica del giorno.

Il caso della canzone su Giulio Regeni del cantautore milanese: la famiglia del ragazzo morto in Egitto aveva chiesto di non usarla. Voi che ne pensate?

Roberto Vecchioni, Giulio Regeni: la polemica del giorno.

Il caso è stato aperto ieri, al Salone dei Libro di Torino, dove la mamma di Giulio Regeni (il ragazzo italiano ucciso in Egitto nel 2016) ha parlato, senza mai nominare esplicitamente il cantautore di “Luci a San Siro”, della canzone “Giulio”, inclusa nell’ultimo album di Roberto Vecchioni “L’infinito” e il cui testo, senza mai farne il cognome, fa comunque riferimento esplicito a Giulio Regeni (“Ma cosa c’entra l’Africa stasera? Ma cosa cosa mi venite a dire che l’hanno preso a botte, e non sapete che, e non si può capire, ma no che vi sbagliate, sarà un altro, vi confondete con un altro nome, non Giulio, no Giulio no, che a Giulio tutto il mondo voleva bene”).
Corriere.it riferisce le parole della signora Regeni: “Non abbiamo bisogno di canzoni su Giulio come quella scritta da un noto cantautore. Non rispecchia i nostri sentimenti. Questo cantante ha 70 anni, potrebbe andare in pensione”, e ha spiegato che aveva chiesto a Vecchioni di non pubblicarla.
Chiamato in causa, Vecchioni ha risposto attraverso Rolling Stone dicendo fra l’altro:
“Non credo di aver leso alcun diritto della signora, che conosco e a cui voglio bene. Ma ho detto no alla richiesta di rinunciare al brano perché me lo imponeva la mia libertà espressiva, non mi si può togliere una canzone”. E infatti la canta in concerto:


Al di là del caso particolare, la questione sollevata è più ampia: dove finisce la libertà espressiva di un artista, e dove comincia il rispetto per la volontà di una persona direttamente coinvolta? In altre parole più semplici: nessuno contesta il diritto di Vecchioni, o di altri, a scrivere una canzone su Giulio Regeni; ma se la famiglia Regeni gli aveva chiesto di non usare la canzone, sarebbe stato giusto che Vecchioni la tenesse in un cassetto?
Poi il discorso si può allargare a tutte le canzoni su temi di attualità, e si torna a un pensiero che mi è già capitato di esprimere anche piuttosto chiaramente: personalmente preferirei che le canzoni non toccassero tematiche sociali o politiche o d'attualità in maniera esplicita e chiaramente identificabile, perché - magari non è il caso di Vecchioni, che di visibilità non ha bisogno, ma è il caso di tanti altri che invece visibilità van cercando ad ogni costo - la cosa puzza sempre un po’ di espediente promozionale, specialmente quando c’è un comunicato stampa, o addirittura un titolo, che sottolinea chiaramente l’intenzione di riferirsi a un fatto di cronaca o a una persona. Il mio parere è sempre quello: se una canzone va spiegata, vuol dire che non è ben riuscita, altrimenti non avrebbe bisogno di una didascalia.
So bene, ovviamente, che su questo pensiero molti saranno in disaccordo con me - e ci sta, figuriamoci. Ma torno al caso più particolare, e ripropongo la domanda di qualche riga più sopra: se la famiglia Regeni aveva chiesto a Roberto Vecchioni di non usare la canzone, Roberto Vecchioni avrebbe dovuto rinunciare ad usarla (registrarla e cantarla in pubblico) oppure ha fatto bene a usarla comunque anche in presenza di una richiesta precisa da parte della famiglia di Giulio Regeni? Io penso che avrebbe dovuto lasciarla in un cassetto. E voi?

Franco Zanetti

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!
11 dic
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.