Sfera Ebbasta contro i moralisti: 'Io, diffamato gratuitamente. Ecco perché i ragazzini mi prendono come esempio'

Sfera Ebbasta contro i moralisti: 'Io, diffamato gratuitamente. Ecco perché i ragazzini mi prendono come esempio'

Alla fine, Sfera Ebbasta non ce l'ha fatta più a trattenersi. A distanza di tre mesi dalla tragedia di Corinaldo, legata al suo nome se non altro perché la disgrazia si è verificata in un locale che quella stessa sera avrebbe dovuto ospitare un suo dj set, e in seguito alle polemiche che la stessa tragedia ha scatenato nelle settimane successive, il trapper ha pubblicato sui social un lungo video con il quale si è sfogato contro i moralisti che lo hanno più volte accusato di essere un modello negativo per le generazioni più giovani.

Sfera, che negli scorsi giorni è tornato al centro della cronaca, suo malgrado, per l'esclusione dalla giuria di "The Voice" dopo le perplessità dei vertici Rai legate ai contenuti dei testi delle sue canzoni, "ritenuti inadatti per un programma del servizio pubblico", nel video pubblicato su Instagram decide di rompere il silenzio nel quale si era rinchiuso nelle ultime settimane e di dire finalmente la sua:

"Non ho mai detto niente, sono sempre stato zitto. Ho sempre cercato di fare il superiore e cercato di farmi scivolare addosso la cosa. Però noto che la situazione sta diventando veramente ridicola, tragica. Sono mesi che mi sveglio e ogni giorno trovo il mio nome su qualche giornale o telegiornale, in cui vengo diffamato gratuitamente. Gratuitamente. Vengono presi di mira i miei testi. Mi chiedo: in un paese come l'Italia, in cui ci sono un miliardo di problemi, questi dove trovano il tempo per analizzare i miei testi?".

Parlando, più nello specifico, dei suoi testi, che secondo alcuni inciterebbero il suo pubblico, composto per lo più da giovanissimi, all'uso di sostanze stupefacenti, il trapper ha precisato:

"Ma quando mai? Quando mai ho detto che drogarsi è giusto? Quando mai ho detto fate questo piuttosto che quest'altro? Mai fatto. Io ho parlato di me stesso, ho parlato di quello che ho fatto io e che è stata la mia vita. E non mi sono nascosto dietro un dito, quello che dovevo dire l'ho detto. Mi sembra ridicolo adesso puntare il dito contro di me e dire che Sfera è il demonio, che Sfera incita alla droga, che è un cattivo esempio per i ragazzini".

Infine, il trapper ha sentenziato:

"Se i ragazzini, invece che perdere tutto il tempo per strada, si dedicassero alla musica, come ho fatto io, troverebbero di sicuro una strada alternativa. I ragazzini mi prendono come esempio non perché fumo le canne, ma perché ce l'ho fatta".

Negli scorsi giorni era stato il suo manager, Shablo, a parlare per Sfera, facendo sapere di essere intenzionato a prendere legittimi provvedimenti a tutela del trapper nei confronti dei vertici Rai, rei di aver ingiustamente posto il veto alla sua presenza dietro al bancone dei giudici di "The Voice".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.