NEWS   |   Tech test / 28/01/2019

Sala prove: JBL Free, auricolari wireless dall'ottimo rapporto qualità prezzo

Sala prove: JBL Free, auricolari wireless dall'ottimo rapporto qualità prezzo

VOTO: 3.5/5
PRO: Suono di buon livello, pieno e completo, ottimo rapporto qualità prezzo, bel design, lunga durata delle batterie. 

CONTRO: Qualche problema di stabilità nella connessione, la custodia di ricarica è ingombrante, rispetto ad altri prodotti simili

PROVATE ASCOLTANDO: Weezer, "Weezer (The teal album); Fedez, "Paranoia airlines"; Joe Jackon, "Fool".

Uno dei settori sempre più in espansione del mercato audio consumer è quello degli auricolari cosiddetti “true wireless”, ovvero completamente senza fili, sul modello lanciato da Apple con AirPods. JBL, uno dei nomi storici dell’audio consumer e di altra fedeltà, ha immesso sul mercato un prodotto interessante e abbordabile: le Free, disponibili a 120€: 1/3 di meno rispetto alle AirPods e quasi la metà del prezzo di concorrenti diretti come le Soundsport Free di Bose (200€)

Design, uso e controlli
Disponibili in bianco e nero, hanno un design classico: una custodia che funge da batteria di ricarica quando sono chiuse, e due auricolari indipendenti che si tirano fuori e si collegano.
La cosa che piace degli auricolari è il design ridotto: entrano perfettamente nell’orecchio e non sporgono troppo. Belli, e discreti: insomma, non sembrate dei marziani… Sono stabili e isolanti verso l’esterno, e fornite con diversi adattatori per ogni tipo di padiglione auricolare. La custodia, invece, è un po’ ingombrante: fa fatica a stare in una tasca dei pantaloni. Ma ha un vantaggio: permette 4 cicli di ricarica, arrivando a oltre 20 ore; vi dimenticherete del problema batteria, se non per ricaricarle una volta ogni due-tre giorni. 
I padiglioni hanno ognuno un tasto, usato per controllare musica e chiamate, nonché per la prima connessione.  Si collegano ad un solo device per volta e qua abbiamo rilevato un difetto, nella nostra esperienza d'uso: si collegano automaticamente all'ultimo device usato ma qualche volta è capitato che  tirandole fuori si sia collegato solo l’auricolare destro e non quello sinistro. La soluzione è semplice, ma un po’ fastidiosa: rimetterle nella custodia, chiuderla, riaprirla e reindossarle: si collegano automaticamente, di nuovo ed entrambe. 

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/de9MAr6Jtg-OUEgnNMrA8D5_s1g=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/jbl-free-accessories-white.jpg

Il suono
Considerata la fascia di prezzo, è di ottima qualità: pieno e solido. Forse un po' sbilanciato sui bassi - come spesso capita, anche per via dell'effetto isolante degli auricolari - e non eccessivamente definito nei dettagli. Ma assolutamente paragonabile ad auricolari più costosi e migliore di quello delle Airpods. Ottimo rapporto qualità prezzo. La performance vocale per le telefonate è dignitosa: volume un po' basso in entrata e in uscita, ma nulla di problematico.

Considerazioni finali
Gli auricolari true wireless sono spesso un investimento: quelli economici sono un rischio, sia per il suono che per la scarsa praticità d'uso. Quello di buon livello richiedono un investimento dai 180€ in su. Le JBL Free costano decisamente meno, e offrono un'ottima qualità per questo prezzo, oltre ad essere comode e con un buon design.