Måneskin presentano ‘Il ballo della vita': “È il nostro messaggio di libertà” - VIDEOINTERVISTA

Måneskin presentano ‘Il ballo della vita': “È il nostro messaggio di libertà” - VIDEOINTERVISTA

“Vogliamo lanciare un messaggio di libertà”. Così i Måneskin hanno presentato oggi alla stampa a Milano il loro primo vero album “Il ballo della vita”, in uscita il 26 ottobre. È un passo importante per i vincitori morali dell’undicesima edizione di X Factor. Il momento è favorevole. Domani sera il quartetto presenterà nei cinema il documentario “This is Måneskin” e alla fine della proiezione suonerà quattro canzoni in diretta da Parco de’ Medici di Roma. Giovedì la band tornerà sul luogo del delitto, ospite a X Factor. Il tour, con molte date già sold out, li terrà impegnati fra novembre e aprile e toccherà sale come il Fabrique di Milano, l’Atlantico di Roma, l’Obihall di Firenze. In febbraio, sono previste date in Germania, Svizzera, Spagna, Francia, Belgio e Inghilterra.

“L’abbiamo intitolato ‘Il ballo della vita’ perché il ballo è un atto che avvicina le persone, che fa vibrare, che fa emergere la parte più spontanea. Che è poi quello che cerchiamo di fare con la nostra musica. È una celebrazione della vita”, dice la bassista Victoria. Un filo conduttore lega varie canzoni: è il personaggio di Malena. “Rappresenta la bellezza e la gioia”, spiega il cantante Damiano. “Abbiamo voluto dare un volto e un nome al nostro messaggio. Marlena è una grande anima che racchiude le nostre quattro anime. È passione e libertà”. Libertà da cosa? “Dai condizionamenti, dagli hater. Vogliamo trasmettere ai ragazzi il coraggio di essere sé stessi, di esprimersi, di non autolimitarsi. Di rialzarsi dopo le sconfitte e non farsi mai fermare dagli altri”. Ecco perché la campagna pubblicitaria che ha anticipato l’album è basata sui messaggi ricevuti via social network. “È un modo per togliere forza agli insulti degli hater. E poi si sa che ti insultano solo quando fai le cose bene”.

“Il ballo della vita” è cantato in italiano e in inglese ed è musicalmente molto vario. “Sono i nostri stili che si mescolano. Ci sono il rock, la dance, il funk, persino il gospel. Abbiamo introdotto anche un drum pad e abbiano variato il sound con i pedali”, spiega il chitarrista Thomas. Aggiunge Damiano: “Ho voluto fare emergere un lato meno noto di me, ad esempio in ‘Torna a casa’. Ci sono il raggamuffin, una dimensione da festa gitana, tutte cose che fanno parte del nostro background”. In “Immortale” è ospite Vegas Jones. “Non lo facciamo per entrare in quel mercato, ma siamo figli di questa generazione e perciò ascoltiamo anche la trap. E il mio modo di scrivere influenzato da metriche hip-hop. Abbiamo mostrato che quel mondo può essere affrontato con in mano gli strumenti”.

I Måneskin hanno fra i 17 e i 19 anni. Si dedicano totalmente alla musica. Il cantante ha lasciato la scuola, gli altri stanno frequentano il liceo da privatisti. Hanno cominciato a prendere lezioni di musica. “Ci mettiamo grande dedizione”, dicono. “Se sembriamo sfrontati è perché dietro c’è un gran lavoro. Sappiamo che se vogliamo restare a questo livello dobbiamo continuare a lavorare. Gioiamo per i successi che otteniamo, ma cinque minuti dopo già pensiamo a come andare ancora più in alto. Siamo un esempio dei risultati che si ottengono col duro lavoro”.

Dall'archivio di Rockol - "Il ballo della vita" della band romana
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.