USA, 'Almost Famous' diventa un musical

USA, 'Almost Famous' diventa un musical

"Almost Famous", lungometraggio scritto e diretto dal già giornalista di Rolling Stone USA Cameron Crowe e distribuito sul mercato italiano nel 2000 con il titolo di "Quasi famosi", diventerà un musical: come riferisce la stessa testata fondata nel 1967 da Jann Wenner, l'adattamento per il palcoscenico del soggetto è stata curato dallo stesso Crowe in collaborazione con Tom Kitt, compositore già coinvolto nelle vesti di paroliere nella realizzazione dell'eponima piece ispirata all'album dei Green Day "American Idiot". La messa in scena dell'opera sarà curata da Jeremy Herrin, regista già a capo della compagnia teatrale brittannica Headlong.

"Non l'ho mai inteso come 'lavoro'", ha spiegato Crowe a proposito dell'operazione: "Più che altro mi è sembrata una nuova avventura, una naturale progressione che resta comunque fedele alla domanda dalla quale tutto è iniziato: cosa ti piace della musica?".

Caricamento video in corso Link

Al momento non sono chiare le tempistiche che porteranno alla presentazione dello spettacolo al pubblico: Crowe ha parlato vagamento di "prossimi mesi", ma il fatto che ancora non siano stati annunciati cast, titolo definitivo e luogo di debutto lascia presagire un debutto sui palchi tutto meno che imminente.

"Almost Famous" narra, drammatizzandole, le vicende che portarono il giovane Crowe - nel film William Miller, interpretato da Patrick Fugit - a diventare uno dei giornalisti musicali più noti negli Stati Uniti, dall'incontro col mostro sacro Lester Bangs alle esperienze da inviato al seguito di tour di band come Black Sabbath, Led Zeppelin e Eagles (nel film condensate negli Stillwater, band "inventata" per l'occasione") e degli incontri con le groupie. La pellicola vinse un premio Oscar nel 2000 nella categoria "miglior sceneggiatura originale", venendo candidata anche in quelle come "miglior attrice non protagonista" (sia con Frances McDormand, chiamata a interpretare la madre del giovane Crowe, che con Kate Hudson, memorabile nel ruolo della groupie Penny Lane. Nel cast fu coinvolto anche il cantautore Mark Kozelek nel ruolo di Larry Fellows, il bassista degli Stillwater.

Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.