NEWS   |   Pop/Rock / 25/09/2018

Oasis: in Irlanda una mega-offerta in denaro per una reunion allo Slane Castle

Oasis: in Irlanda una mega-offerta in denaro per una reunion allo Slane Castle

Le offerte stratosferiche alla band restie alla reunion per tornare in attività sono un classico dell'informazione musicale. Nel 2014 la stampa britannica riferì di una proposta stellare - e, visto il soggetto offerente, mai termine potrebbe essere più appropriato - fatta dal magnate del gruppo Virgin Richard Branson ai Led Zeppelin, che - secondo indiscrezioni mai del tutto confermate - si disse pronto a versare nelle tasche di Robert Plant, Jimmy Page e John Paul Jones la bellezza di 500 milioni di sterline per rivedere in azione sul palco la band di "Whole Lotta Love".

Non è detto sapere se più ragionevole, anche se sicuramente sempre milionaria, sarebbe la proposta inoltrata dalla società di live promoting irlandese MCD alla band dei fratelli Gallagher: stando a quanto riferito dalla testata locale Extra.ie, l'agenzia sarebbe pronta a sborsare una cifra molto consistente per un concerto degli Oasis allo Slane Castle, leggendaria location per eventi dal vivo dell'isola di smeraldo - già immortalata dalla copertina dell'album degli U2 del 1984 "The Unforgettable Fire" - teatro negli anni di storiche performance di, tra gli altri, Bob Dylan, Guns 'N Roses, Queen, Rolling Stones, Foo Fighters e molti altri.

"Curiamo gli interessi dal vivo sia di Liam che di Noel", ha spiegato il capo della MCD Denis Desmond: "Liam ha sempre detto che un giorno o l'altro torneranno insieme. Allo Slane Castle hanno suonato con i R.E.M. [nel 1995, per poi tornare, da headliner, nel 2009, prima di interrompere le attività, ndr]: per loro c'è sempre un'offerta pronta sul tavolo, e lo sanno. Come sanno che l'ammontare di questa offerta sale di settimana in settimana".

Non essendo sceso Desmond in dettagli relativi alle cifre, per avere un'idea vaga della posta in gioco conviene attenersi al tariffario scherzosamente esposto dai fratelli Gallagher nel corso delle interviste rilasciate negli ultimi anni: nel 2016 Noel dichiarò al Daily Star di essere disposto a sotterrare l'ascia di guerra per venti milioni di sterline, che - spiegò - "per un singolo concerto sono una bella cifra, no? Ma nessuno ce l'ha mai offerta". Più conveniente potrebbe fare leva sulla voglia di Liam di rimettere insieme il gruppo: alla fine dello scorso luglio il già frontman della band di "Supersonic" invitò il fratello a "smetterla di cazzeggiare" e a "rimettere insieme la 'grande O'", anche in assenza di offerte milionarie a rendere più interessante l'operazione.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi