Metal for the masses: Judas Priest (1 / 5)

Metal for the masses: Judas Priest

Nel 1970, a Birmingham, c’è un bel terremoto in atto. Nascono due band destinate a segnare la storia della musica e del metal in particolare: i Black Sabbath, che pubblicano il primo album omonimo, e i Judas Priest.

A fondare i Judas Priest - il cui nome si ispira a "The Ballad of Frankie Lee and Judas Priest" di Bob Dylan - sono i compagni di scuola K.K. Downing (chitarra) e Ian Hill (basso). Dopo un periodo iniziale in salsa blues e blues rock, il gruppo trova un proprio stile, perfezionato dall’arrivo del vocalist Rob Halford e del secondo chitarrista Glenn Tipton.

L’alchimia è perfetta e i quattro pubblicano, rispettivamente nel 1974 e nel 1976, “Rocka Rolla” e “Sad wings of destiny”. I due album non conquistano il pubblico mainstream, ma sono le fondamenta sulle quali i Judas Priest costruiranno la loro storia.

Ascolta i Judas Priest e molti altri nella playlist METAL FOR THE MASSES!

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.