NEWS   |   Recensioni concerti / 18/06/2018

Ozzy Osbourne chiude la seconda edizione del Firenze Rocks: la recensione del concerto

Ozzy Osbourne chiude la seconda edizione del Firenze Rocks: la recensione del concerto

Ore 21:15. Dai maxi schermi del Firenze Rocks si susseguono una serie di immagini che ritraggono Ozzy e la folla va in visibilio. “How’re you doing?…Are you ready to go fucking crazy?…Let me hear you’re going crazy…” e subito con la carica di “Bark at the moon”. Così Mr. Osbourne e soci danno inizio all’ultima serata della seconda edizione del Firenze Rocks, tutta all’insegna del metallo, che ha visto esibirsi sin dalle prime ore del pomeriggio di domenica 17 giugno, Amphitrium, Tremonti, Judas Priest, Avanged Sevenfold.

Il “re delle tenebre” sembra non sentire il peso dei suoi quasi settanta anni, almeno per l’aspetto vocale, sempre intonato e mai sofferente negli acuti. Incita la folla che lo acclama con cori da stadio - “Ozzy, Ozzy, Ozzy…” - al termine di ogni canzone e sembra divertirsi parecchio. Con la sua camminata goffa passa da una parte all’altra del palco, aizzando la massa umana che lo segue ad ogni suo movimento, sbracciandosi.

Un’ora e mezza di concerto che trasuda potenza ed energia, merito anche della band che Oz si porta dietro: Rob “Blasko” Nicholson al basso, Tommy Clufetos alla batteria, Adam Wakeman alle tastiere e Zakk Wylde alle chiattre, che con si suoi assoli infiamma i timpani dei quasi cinquantamila presenti al Visarno Arena (una spalla su cui Ozzy può contare nei momenti di stanchezza durante i concerti). Oz ha riproposto i pezzi che hanno segnato la sua carriera da solista, omaggiando anche i suoi Black Sabbath con i brani “War Pigs” - che fa da apripista all’improvvisazione stramentale della band - e “Paranoid”. “Mr. Crowley”, “Suicide Solution”, “No More Tears”, “Shot In The Dark” e “Crazy Train”, giusto per citarne alcuni, sono stati i brani più apprezzati della serata, resi ancora più aggressivi dalla potenza della band. 

L’acustica perfetta e l'ottima interazione con il pubblico, hanno decretato il successo di questo spettacolo che sicuramente resterà nella menti dei molti appassionati venuti da ogni parte per omaggiare Ozzy.

Antonio Ciruolo

SCALETTA:
1) Bark At The Moon
2) Mr Crowley
3) I Don't Know
4) Fairies Wear Boots
5) Suicide Solutions
6) No More Tears
7) Road To Nowhere
8) War Pigs
9) Zakk Wylde Solo
10) Drum Solo
11) I Don't Want To Change The World
12) Shot In The Dark
13) Crazy Train

14)Mama i'm coming home
15)Paranoid

Scheda artista Tour&Concerti
Testi