Il Festival di Sanremo diventa un musical: il debutto a Milano il 18 maggio

Il Festival di Sanremo diventa un musical: il debutto a Milano il 18 maggio

Debutterà al Teatro Nuovo di Milano il prossimo venerdì, 18 maggio, "Sanremo Musical", la prima produzione teatrale incentrata sul Festival della Canzone Italiana: lo spettacolo verrà replicato nel capoluogo lombardo fino al prossimo 27 maggio. I biglietti sono già disponibili sul circuito TicketOne al prezzo di 39,50 euro diritti di prevendita inclusi, ma escluse eventuali commissioni addizionali.

Scritta da Isabella Biffi e Salvatore De Pasquale (quest'ultimo anche noto come Depsa in veste di autore di oltre venti brani presenti in gara nella storia del concorso canoro), diretta da Isabeau e con le musiche originali di Silvio Melloni, Gino Zandonà, Osvaldo Pizzoli e della stessa Biffi, la pièce include una sessantina di canzone presentate in gara al teatro Ariston, da "Grazie dei fiori" (di Mario Panzeri e Gian Carlo Testoni per il testo e Saverio Seracini per la musica) che Nilla Pizzi fece trionfare alla prima edizione della manifestazione, nel 1951, alla recente "Non mi avete fatto niente" di Ermal Meta, Fabrizio Moro (nella foto) e Andrea Febo, vincitrice dell'ultima edizione del festival di Sanremo.

"E' stato difficilissimo", ha spiegato a La Stampa la Biffi riguardo la scelta delle canzoni: "Ci sembrava sempre di aver lasciato fuori qualcuno di fondamentale". Nel cast dello spettacolo sono presenti, tra gli altri, Elisa Cunselmo, Giovanni De Filippi, Alberto Del Prete, Marco Gabrielli, Paolo Gatti e Alice Grasso. Tutte le informazioni sullo show sono disponibili sul sito ufficiale sanremomusical.com.

Music Biz Cafe, parla Francesca Trainini (PMI, Impala)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.