Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 19/02/2019

Smokey Robinson, il poeta d’America (1 / 13)

Smokey Robinson, il poeta d’America

Noto in primo luogo per la sua carriera artistica con i Miracles e per il ruolo di primo piano nell’etichetta Motown, della quale è vicepresidente dal 1961 al 1988, ma anche per le hit scritte e prodotte per altri artisti della scuderia Motown – tra tutti, i Temptations - William "Smokey" Robinson Jr. è stato attivo soprattutto negli anni Settanta, affermandosi come una delle figure di primo piano del filone R&B. Uno degli incontri più significativi di Robinson, nato a Detroit il 19 febbraio 1940, fu certamente quello con l’autore Berry Gordy, che il musicista conobbe nel 1958, un anno prima che Gordy fondasse la primitiva incarnazione della Motown, la Tamla Records, che come primo gruppo scrittura proprio i Miracles di Smokey Robinson.

La band capitanata dal nostro rimarrà la formazione di punta dell’etichetta per tutti gli anni Sessanta e solo alle porte del nuovo decennio la loro popolarità iniziò a subire una sterzata. Molto amato dai Beatles John Lennon e George Harrison, ma anche da Bob Dylan, che gli riservò parole lodevoli, Robinson ha portato al successo diverse formazioni attraverso la sua penna di autore.

Settantanove anni dopo che la voce di “The Tears Of A Clown” è venuta al mondo, andiamo a rispolverare proprio quelle canzoni nelle pagine che seguono.