Grammy Awards, dopo la polemica nasce una task force per combattere il pregiudizio di genere

Tutto è partito dal veto posto dagli organizzatori a Lorde riguarda ad una sua eventuale esibizione solista sul palco della cerimonia di consegna dei Grammy Awards, che si è svolta la scorsa domenica al Madison Square Garden di New York, regolarmente concessa ai suoi colleghi maschi, e dalla bassa percentuale di cantanti di sesso femminile nelle liste dei nominati delle ultime edizioni dei prestigiosi premi musicali. Poi, il giorno dopo la cerimonia, sono arrivate le dichiarazioni del presidente della Recording Academy, l'associazione che organizza i Grammy Awards: Neil Portnow ha invitato le donne a farsi avanti. Le sue volevano essere parole di conforto per le tante musiciste, invece hanno alimentato una polemica che, di fatto, era già cominciata, scatenando l'ira delle popstar sui social. Qualcuno ha addirittura accusato Portnow di sessismo.

Ora è lo stesso Neil Portnow a scusarsi per le sue dichiarazioni e ad annunciare la nascita di una task force che avrà il compito di combattere il pregiudizio di genere nell'industria musicale. Questa task force, a detta dello stesso numero uno della Recording Academy, dovrà "esaminare ogni aspetto" dell'organizzazione dei Grammy Awards.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.