Lorde, si muove l'ambasciatore israeliano in Nuova Zelanda: 'La musica dovrebbe essere un linguaggio di tolleranza e amicizia'

Lorde, si muove l'ambasciatore israeliano in Nuova Zelanda: 'La musica dovrebbe essere un linguaggio di tolleranza e amicizia'

Mai, prima d'ora, l'iniziativa di un singolo musicista - anche più anziano, più conosciuto e più rilevante nella storia della musica - aveva mai fatto registrare una risposta spontanea da parte di un corpo diplomatico: la decisione di Lorde di cancellare il suo concerto a Tel Aviv in polemica (mai esplicitata, però, dalla cantante di "Melodrama") con le politiche adottate dal governo presieduto da Benjamin Netanyahu nei confronti della popolazione arabo-palestinese ha scomodato nientemeno che Itzhak Gerberg, ambasciatore israeliano di stanza in Nuova Zelanda, paese dell'artista.

"E' deplorevole che tu abbia cancellato il tuo concerto a Tel Aviv causando un dispiacere ai tuoi fan israeliani", ha scritto l'ambasciatore nella sua lettera aperta indirizzata a Lorde: "La musica è un magnifico linguaggio di tolleranza e amicizia, che unisce le persone: un tuo concerto in Israele avrebbe portato il messaggio che una soluzione sarebbe potuta arrivare dal dialogo e un impegno costruttivo che porti al compromesso e alla collaborazione. La musica deve unire, non dividere, e il tuo concerto a Tel Aviv avrebbe contribuito a portare uno spirito di speranza e pace in Medio Oriente".

"Viceversa l'odio e il boicottaggio rappresentano ostilità e intolleranza e mi spiace vederti arrenderti al piccolo gruppo di fanatici del movimento BDS - Boycott, Divest and Sanction che nega allo stato di Israele il diritto a esistere. Ti invito a incontrarmi di persona per parlarne di Israele, dei suoi traguardi e del suo ruolo come unica democrazia in Medio Oriente".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.