'One Love Manchester', le ultime: Ariana Grande in ospedale dai feriti, Robbie Williams cambia 'Strong', le stime sull'audience e sugli incassi

'One Love Manchester', le ultime: Ariana Grande in ospedale dai feriti, Robbie Williams cambia 'Strong', le stime sull'audience e sugli incassi

Si registrano, nelle ultime ore, diversi aggiornamenti riguardo "One Love Manchester", il mega-evento musicale che nella serata di domani, domenica 4 giugno, richiamerà sul palco dello stadio Emirates Old Trafford le più grandi star sul panorama pop e rock internazionale - tra gli altri, Coldplay, Katy Perry, Black Eyed Peas, Miley Cyrus e Pharrell Williams - a sole due settimane dal terribile attentato che, nella stessa città britannica, ha mietuto 22 vittime al termine di un concerto di Ariana Grande, lo scorso 22 maggio.

La stessa Ariana Grande si è presentata nella serata di ieri, venerdì 2 giugno, presso l'ospedale di Manchester dove sono ancora ricoverati gli spettatori rimasti feriti durante l'attacco condotto dall'estremista ventiduenne di origini libiche Salman Ramadan Abedi: la star americana si è concessa a selfie con i fan più giovani, in attesa - domani - di esibirsi insieme a una nutrita pattuglia di colleghi.

Robbie Williams, invece, ieri sera era anche lui a Manchester, ma impegnato sul palco per una delle tappe del suo tour. Durante l'esecuzione del brano "Strong", il cantante ha voluto modificare il ritornello in omaggio ai cittidini di Manchester traformando i versi originali in “Manchester we’re strong, we’re strong, we’re strong, we’re still singing our songs, our songs'”.

Caricamento video in corso Link


Secondo quanto riferito dal Sun, domani Williams potrebbe tornare - seppure per una sola sera - in seno alla sua vecchia band, i Take That, attesa anche lei sul palco dell'Old Trafford (anche se sotto forma di trio, dopo l'abbandono definitivo di Jason Orange nel 2014).

Nel frattempo, gli analisti internazionali stanno inziando a stimare l'entità mediatica e finanziaria dell'evento: Billboard, testata sempre attenta all'aspetto industriale dei grandi eventi, riferisce di 45mila biglietti bruciati in sei minuti - a fronte di una richiesta pari a 140mila domande di acquisto - per un incasso pari a 2 milioni e 600mila dollari americani. Al totale di 45mila tagliandi vanno aggiunti i 14mila e 500 concessi a titolo gratuito dagli organizzatori agli spettatori presenti alla Manchester Arena il 22 maggio, già oggetto di una odiosa operazione di speculazione da parte di quelli che autorità e organizzatori ritengono essere bagarini online.

Lo spettacolo, prodotto da Live Nation attraverso la controllata Festival Republic e la SJM Concerts, verrà trasmesso in diretta in 40 paesi in tutto il mondo (tra i quali l'Italia, dove a rilanciare lo show sarà Rai1): i milioni di telespettatori che verosimilmente seguiranno lo spettacolo verranno invitati a compiere donazioni da destinare alle famiglie delle vittime dell'attentato via SMS.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.