Mòn - la recensione di "Zama"

Registrato e mixato da Iacopo Sinigaglia presso il Pepperpot Studio di Roma e masterizzato da Bunt Stafford-Clark presso la Pierce Rooms Studios di Londra, “Zama” è il disco d’esordio dei romani Mòn, band attiva dal 2014 e formata da Rocco Zilli (voce, synth, chitarra), Carlotta Deiana (voce), Michele Mariola (chitarra), Stefano Veloci (basso) e Dimitri Nicastri (batteria). Concepita inizialmente come progetto indie-folk, la band comincia presto a muoversi alla ricerca di nuove sonorità. Attraverso i diversi mondi musicali da cui provengono, i cinque membri della band trovano il loro equilibrio dando libero sfogo a valvole, synth, effetti analogici e ritmiche incalzanti, alle quali continuano a contrapporre linee vocali malinconiche e intimiste di matrice folk, creando un patchwork variopinto di suggestioni e armonie. Un mix dal sapore nordico che ha dato origine ai nove brani del disco, anticipati il 3 febbraio dal primo singolo, “Lungs”.

I Mòn sono una band interessante, molto interessante. Lo disco perché ascoltando “Zama”, la sensazione è che le cose stiano effettivamente cambiando. Ultimamente lo ripeto spesso, e questo mi conforta: stanno cambiando perché le band italiane che decidono di cantare in inglese lo fanno con una competenza sempre maggiore...

Leggi la recensione completa di "ZAMA" cliccando qui

Dall'archivio di Rockol - Mon, "Fluorescence" #NoFilter dal vivo per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.