Greg Graffin - la recensione di "Millport"

Greg Graffin - la recensione di "Millport"

A 20 anni dal suo esordio da solista e a 11 dal secondo album, riecco il cantante dei Bad Religion con un disco per conto suo. Il mood è westernato, le atmosfere molto americane. E ad aiutarlo ci sono nomi illustri. Ecco come ci è sembrato, dopo vari ascolti:

Terza prova da solo per la voce dei Bad Religion, il professor Greg Graffin. I primi due lavori uscirono nel 1997 e nel 2006, quindi non si può certo tacciare Graffin di eccessivo presenzialismo. Certo, il dubbio rimane: ma perché imbarcarsi nell’avventura solista, quando i Bad Religion – che piaccia o no – sono e restano una delle formazioni di punta del punk rock mondiale, a dispetto dell’età e del passare del tempo?

Leggi la recensione completa di "MILLPORT" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.