Bob Dylan, primi effetti del Nobel sulla classifica americana e sullo streaming

Bob Dylan, primi effetti del Nobel sulla classifica americana e sullo streaming

Lo scorso 13 ottobre, come noto, a Bob Dylan è stato assegnato da parte dell'Accademia Svedese il Premio Nobel per la Letteratura 2016, un riconoscimento al suo "aver creato una nuova espressione poetica nell'ambito della grande tradizione musicale americana". La popolarità del cantautore di Duluth, in seguito all'assegnazione del premio, è cresciuta inevitabilmente: come già riportato da Rockol, nelle 24 ore successive alla diffusione della notizia relativa al Nobel, gli ascolti delle canzoni di Dylan sulla piattaforma di streaming Spotify sono aumentati del 512% (la sua canzone più ascoltata, nel corso di quelle 24 ore, è stata "Like a rolling stone"). Ma che impatto ha avuto sulla vendita dei dischi la notizia dell'assegnazione del Nobel a Dylan?

Lo scopriamo ora, grazie alla pubblicazione della Billboard 200, la classifica dei dischi più popolari negli Stati Uniti, realizzata combinando tra loro le vendite effettive degli album, il coefficiente TEA (1 TEA corrisponde a 10 tracce, l'equivalente di un disco) e il coefficiente SEA (si riferisce allo streaming: 1.500 riproduzioni in streaming equivalgono a una copia - ricordiamo che negli States, nello stilare le classifiche di vendita di musica, lo streaming viene considerato da ormai due anni). I dati della Billboard 200 in questione si riferiscono alla settimana che va dal 13 ottobre (giorno in cui l'Accademia Svedese ha assegnato il Nobel al cantautore) al 20 ottobre.

Bob Dylan è presente nella Billboard 200 con un solo disco, "The essential Bob Dylan": si tratta di una raccolta, pubblicata su doppio cd nel 2000, contenente alcune delle sue canzoni più importanti dal 1963 al 2000, appunto. La raccolta si è piazzata alla posizione numero 76 della classifica: nei sette giorni successivi alla notizia dell'assegnazione del Nobel, il disco ha venduto circa 7.000 copie.

Billboard ha inoltre rivelato che, nella stessa settimana di riferimento, le vendite complessive dei dischi di Dylan negli Stati Uniti sono cresciute del 104% (19.000 le copie vendute in totale), mentre lo streaming e le riproduzioni dei video sono cresciute del 53% (6,7 milioni di riproduzioni).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.