Ice-T racconta di quando ebbe un attacco di diarrea al Lollapalooza - VIDEO

Ice-T racconta di quando ebbe un attacco di diarrea al Lollapalooza - VIDEO

In una apparizione televisiva allo show Late Night with Seth Meyers il 58enne rapper e attore Ice-T ha raccontato di quella volta che al festival Lollapalooza combattè sul palco una lotta senza quartiere contro la diarrea. Accadde che iniziò ad esibirsi poco dopo aver mangiato una bella porzione di gumbo, una zuppa di pesce o di carne particolarmente speziata specialità della cucina Cajun.

Il conduttore del programma ha chiesto a Ice-T se mangia prima dei concerti: “Non mangio mai prima dei concerti. Una volta ho passato una brutta avventura. Ero al Lollapalooza una signora ci ha servito del gumbo a pranzo, poi sono andato sul palco di fronte a 20.000 persone ed ero piegato in due dalla diarrea.”

Per meglio spiegare cosa accadde ha aggiunto: "Immaginate di stare su un palco, tenendo stretto il sedere e di dover caricare la gente gridando 'Oh yeah!'. Una scoreggia sarebbe stato un disastro. Mai più. Quindi non mangio mai prima di un concerto!"

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.