NEWS   |   Pop/Rock / 18/08/2016

Da riscoprire: la storia di “Caravanserai” di Santana

Da riscoprire: la storia di “Caravanserai” di Santana

“La risurrezione di Carlos Santana”: le parole troneggiano sulla copertina di Rolling Stone, e non sono un titolo esagerato: i due anni tra il 1970 e il 1972, tra l’uscita di “Abraxas” e “Caravanserai”, tra i due album più famosi del gruppo guidato dal chitarrista messicano, sono davvero tumultuosi.

GUARDA LA PAGINA DEDICATA A CARLOS SANTANA E PRE-ASCOLTA GLI ALBUM CHE PREFERISCI

Nel 1970, Santana si piazza al numero uno della classifica americana per cinque settimane, grazie al successo di“Black magic woman”, “Oye como va” e “Samba pa ti”, tutti contenuti in “Abraxas”. Lo stesso succede con "Santana 3", nel 1971. Ma qua le cose iniziano a precipitare.

Santana si prende una vacanza da solista, e i rapporti con la band si fanno tesi. il bassista David Brown lascia il gruppo. La lite con il percussionista Michael Carabello è violenta, e viene rimpiazzato da Armando Peraza. Gregg Rolie e Neal Schon rimangono ancora con la band, ma se ne vanno a registrazioni finite di quello che sarà il nuovo album, per formare i Journey.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE DI "CARAVANSERAI" SUL SITO DI LEGACY

Scheda artista Tour&Concerti
Testi