Halsey, ecco chi è la cantante di 'New americana': da YouTube al primo album passando per Nirvana e Notorius B.I.G. - VIDEO

Halsey, ecco chi è la cantante di 'New americana': da YouTube al primo album passando per Nirvana e Notorius B.I.G. - VIDEO

Già molto popolare negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Oceania, Halsey sta cercando di ritagliarsi un proprio spazio anche in Italia: "New americana", che in America hanno definito un "inno generazionale" (più sotto spieghiamo perché), da ormai qualche settimana sta scalando la classifica delle canzoni più trasmesse dalle radio italiane - questa settimana si trova all'ottavo posto, sopra big della musica nostrana come Laura Pausini, Marco Mengoni e Tiziano Ferro. Curiosamente, Halsey (vero nome Ashley Nicolette Frangipane) ha origini italiane: la cantautrice è nata a Washington nel settembre del 1994 da un padre di origini africane e da una madre di origini italiane. La sua passione per la musica è nata ben presto: già durante l'adolescenza Halsey ha preso lezioni di violino, viola e violoncello, per poi passare alla chitarra acustica all'età di 14 anni (il primo brano che ha imparato a suonare è stato "Fifteen" di Taylor Swift, anche se nel suo background musicale ci sono artisti quali Nirvana, Cranberries, Cure e Notorius B.I.G.).

Come gran parte degli artisti pop contemporanei, anche Halsey ha iniziato a farsi conoscere sul web: dopo aver aperto un proprio canale YouTube, la cantautrice ha pubblicato una serie di proprie rivisitazioni di canzoni originariamente interpretati da altri cantanti. I video su YouTube hanno suscitato l'interesse dell'etichetta Astralwerks, che ha fatto firmare a Halsey il suo primo contratto discografico il cui primo frutto è stato l'EP "Room 93", datato 2014. Poi sono arrivati alcuni concerti che hanno visto la giovane cantautrice esibirsi in apertura dei Kooks e degli Imagine Dragons, calcando i palchi di festival internazionali come il Lollapalooza.



Caricamento video in corso Link


Sulla scia di questi piccoli successi, lo scorso agosto è uscito l'album d'esordio di Halsey, "Badlands" (qui la nostra recensione), che si è spinto fino alla seconda posizione della classifica di vendita statunitense; la cantautrice lo ha definito come "un disco pieno di femminilità arrabbiata" e come un "concept distopico" nel quale viene immaginato il futuro. In "Badlands" c'è molto della personalità di Halsey: l'album è pervaso da uno stato di profonda tristezza e malinconia (lo stesso titolo, "Badlands","terre cattive", sta a rappresentare lo stato mentale di una personalità desolata e solitaria come quella della cantautrice, che ha pure detto di soffrire di disturbi bipolari).

"New americana", dicevamo poco sopra, è stato presentato come un "inno generazionale": la canzone è una fotografia di una generazione di alternativi, quella di Halsey, che vedono nella marijuana, nei Nirvana e in Notorius B.I.G. i loro miti. A proposito del pezzo, la cantautrice ha detto:

"Sono stata esposta a culture diverse tra loro, diversi percorsi di vita, diverse idee e crescendo ciò mi spaventava sempre meno, e mi rendeva più aperta alla diversità. Credo che la musica abbia influito sull'ideologie di questa generazione".



Per "New americana" è stato realizzato anche un videoclip con protagonista la stessa Halsey, che - distesa a terra, in un luogo non specificato (le sue "badlands"?) - sogna di essere stata vittima di violenze e soprusi, insieme ad alcuni suoi coetanei, da parte di una squadra d'azione di quella che ha tutta l'aria di essere una dittatura.



Caricamento video in corso Link

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.