Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 29/04/2015

Alexia, il ritorno con 'Tu puoi se vuoi': 'Riparto da zero con il coraggio di rischiare e di sbagliare' - INTERVISTA

Alexia, il ritorno con 'Tu puoi se vuoi': 'Riparto da zero con il coraggio di rischiare e di sbagliare' - INTERVISTA

A distanza di cinque anni dalla pubblicazione del suo ultimo album di inediti, "Stars", Alexia torna sulle scene con un nuovo lavoro, "Tu puoi se vuoi"; il disco, in uscita il prossimo 5 maggio, segna un punto di ripartenza per la carriera della cantautrice ligure, che si ripresenta al grande pubblico con un team di lavoro rivoluzionato (anche a livello di management) e con un sound tutto nuovo. Rockol ha raggiunto telefonicamente Alexia per farsi raccontare il nuovo progetto.

"Sto vivendo questo ritorno in maniera positiva: questo disco è nato per gradi, nel modo giusto, con le idee che mano a mano si sono convogliate verso un'unica direzione", spiega entusiasta la cantautrice, "sono ripartita da zero e ho ricostruito tutto partendo dalla base, dalla band. Ho lavorato molto all'estero, in questi mesi, ritrovando l'entusiasmo del pubblico straniero, che avevo un po' dimenticato. Ma soprattutto ho vissuto, ho vissuto una vita 'normale' fatta di amici, serate, divertimento. Sono tornata ad essere umana e ho smesso di essere una macchina da lavoro sempre troppo concentrata a raggiungere determinati obiettivi". Registrato tra l'Italia, l'Olanda e gli Stati Uniti, "Tu puoi se vuoi" è prodotto dalla stessa Alexia con Alberto De Rossi; si tratta di un disco le cui lavorazioni hanno visto la cantautrice curare ogni minimo dettaglio: "Alberto suona la chitarra nella mia band dal 2010. Ci siamo sempre trovati molto bene dal vivo, in perfetta sintonia: sapevo che scriveva testi e musiche e ricordo che alla fine del 2012 ci eravamo promessi di scrivere qualcosa insieme. Due anni fa, abbiamo cominciato a tirare fuori le cose che tenevamo chiuse dentro al cassetto: abbiamo lavorato per due anni molto intensamente", racconta Alexia, "ho deciso di produrre questo disco da sola, scegliendo in prima persona il suono che volevo caratterizzasse l'album e le canzoni che ne avrebbero dovuto far parte. I brani sono nati in Italia, nel mio studio di registrazione a Milano. All'estero si è svolta invece la parte esecutiva delle lavorazioni: abbiamo registrato gli altri strumenti in Olanda, cercando di rendere concreto il suono che avevo in mente sin dall'inizio della stesura dei brani, che è un suono più naturale rispetto al passato, suonato quasi tutto interamente dal vivo".

"Tu puoi se vuoi", a livello di sonorità, è un disco in cui si alternano brani dalle sonorità elettroniche ("Tu puoi se vuoi", "Sento", "Tu sei fuori") ad altri più "classici" ("Il mondo non accetta le parole", "Bianca", "Essere normale"); a tal proposito Alexia dichiara: "C'è molta più naturalezza rispetto ad alcune mie produzioni passate; le tastiere, ad esempio, sono state impiegate nelle registrazioni in modo molto intelligente, cercando di far coesistere il pop-rock con sonorità più moderne e al passo coi tempi. Trovo che il centro di questo disco sia rappresentato dall'energia che trasmetto con i nuovi brani, che a sua volta rispecchia l'entusiasmo di questo ritorno e di questa ripartenza". Da qui deriva il titolo del disco: "'Tu puoi se vuoi' è il motivo di questo mio cambiamento: ho deciso di rischiare e di sbagliare, ci ho messo la faccia e anche i soldi. Credo molto in questo progetto e il titolo rispecchia il mood con il quale ho deciso di approcciare le lavorazioni del disco: ho avuto il coraggio di tirare la testa fuori dalla sabbia e di mostrare quella che ero e che sono in questo preciso momento della mia carriera".

La pubblicazione di "Tu puoi se vuoi" è stata anticipata da quella del singolo "Il mondo non accetta le parole", una ballad molto classica e melodica, in pieno stile sanremese: "E' vero, 'Il mondo non accetta le parole' poteva essere un brano perfetto per il Festival; quest'anno, però, ho deciso di non presentarmi in gara: volevo che questa canzone brillasse di propria luce e non restasse un semplice brano sanremese. Nel momento in cui tutti si aspettano un pezzo in stile Alexia, allegro e veloce, arriva invece una ballatona classica: questa era la canzone giusta per ripartire". A proposito del Festival di Sanremo 2015, poi, Alexia dichiara: "Voglio congratularmi con Carlo Conti, ho apprezzato molto la sua conduzione: è stato una macchina da guerra e ha raggiunto ottimi risultati. Quanto ai brani presentati in gara, devo dire che Nek ha portato a Sanremo una gran bella canzone. Ho apprezzato molto la vocalità di Annalisa e la capacità di Moreno di tenere il palcoscenico. Peccato per Chiara: ha una potenzialità straordinaria, ma si è presentata in gara con un brano non altrettanto 'straordinario'".

Alexia presenterà dal vivo il suo nuovo album attraverso un tour che partirà il prossimo 1° maggio da Porto Sant'Elpidio (in provincia di Fermo, nelle Marche) e che la porterà ad esibirsi anche al di fuori dei confini nazionali: "Lo spettacolo sarà diviso in diversi momenti: non suoneremo solamente i brani contenuti all'interno del nuovo disco, ma anche cavalli di battaglia come 'Ti amo ti amo' e 'Happy'. Sarà un concerto a tratti rock, a tratti pop, e non mancheranno momenti più intensi. Non vedo l'ora di partire", dice Alexia alla fine della chiacchierata.

(di Mattia Marzi)

La TRACKLIST di "Tu puoi se vuoi":
"Tu puoi se vuoi"
"Sento"
"Il mondo non accetta le parole"
"Tu sei fuori"
"Come una raffica"
"Bianca"
"Essere normale"
"Solo te"
"E sei più avanti"
"Prendi la vita"

Scheda artista Tour&Concerti
Testi