Don McLean, all'asta il manoscritto di "American pie"

Il prossimo 7 aprile va all’asta il manoscritto originale della canzone più nota tra quelle composte da Don McLean, la celeberrima ”American pie” uscita nel 1971 e riportata al successo da Madonna nel 2000.

E’ volontà del 69enne cantautore mettere all’asta la canzone che gli ha dato fama imperitura poiché, come dice con candore: “Ormai vado per i 70 anni, ho una moglie e due figli e nessuno di loro sembra avere il pallino per gli affari. Mi pare giunto il momento di fare il migliore affare per loro” e aggiunge “Sono molto poco legato alle cose, penso che nel giro di un paio di anni metterò all’asta anche chitarre, vestiti e stivali”.

I professionisti di Christie’s pensano che le 16 pagine del manoscritto, che contiene appunti e cancellazioni, della canzone possano essere battute a circa 1.5 milioni di dollari.

Don McLean è sempre stato evasivo sul significato degli otto minuti della canzone. Ha sempre ammesso che la parte iniziale parla della morte di Buddy Holly, Ritchie Valens e Big Bopper – “The day the music died” (il 3 febbraio 1959) – ma nulla di più, lasciando che ognuno la interpreti come meglio creda.

"C'è qualcosa in questa canzone che cattura pienamente lo spirito di quel periodo vi è l’innocenza e anche la perdita dell’innocenza in America", ha dichiarato il direttore di Christie’s Francis Wahlgren a proposito della magia del brano.

Per andare sul pratico e avere un termine di paragone, il testo di “Like a rolling stone” di Bob Dylan è stato venduto all’asta nel 2014 a poco più di due milioni di dollari che battè il record detenuto sino ad allora dal testo di “A day in the life” di John Lennon che venne battuto a un milione e duecentomila dollari.

Guarda Don McLean interpretare “American pie”:



Guarda Madonna interpretare “American pie”:


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.